in

Pensioni 2016 news oggi: Anticipo pensionistico fuori dalla legge di Stabilità, operativo già a marzo 2017?

Il prossimo 6 settembre riparte in confronto Governo-sindacati per definire le misure in materia di pensioni da inserire nella prossima Legge di Stabilità. La fase della discussione ormai è alla conclusione e in quella sede il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, dovrebbe presentare nel dettaglio le proposte del Governo sulla riforma dell’attuale sistema pensionistico.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI

La misura dell’Anticipo pensionistico che dovrebbe consentire, attraverso un prestito erogato dalle banche, l’uscita anticipata dal lavoro per i lavoratori che hanno compiuto 63 anni, sicuramente sarà la proposta principale del menù di misure presentato dal Governo. In questi giorni viene rilanciata l’ipotesi che l’Ape possa diventare operativa a partire dall’inizio del 2017 e per riuscirci il Governo potrebbe varare il provvedimento ancor prima e al di fuori della Legge di Stabilità, in modo tale da poter mettere in atto tutti gli accordi necessari con le banche e le assicurazioni per attivare il prestito. Con a Legge di Stabilità verrebbero stabiliti i dettagli del carico degli interessi e i sistema di detrazioni fiscali per compensare alcune categorie di lavoratori, futuri pensionandi da tutelare.

Restano da definire gli altri interventi, oltre all’Ape, come l’aumento delle pensioni minime e la soluzione per la cancellazioni delle ricongiunzioni attualmente onerose. Riguardo alle pensioni minime, il Governo pensa all’ampliamento dei beneficiari della quattordicesima mensilità e a un incremento della soglia di accesso della no tax area. Mentre si lavora anche per il bonus contributivo da riconoscere ai lavoratori precoci per i periodi di contribuzione versati prima dei 18 anni di età e pure per inserire nuove mansioni da riconoscere nella categoria dei lavoratori usuranti.

Valeria Molin Pradel foto gossip

Alex Schwazer, doping: i Nas confermano “nessun valore fuori dalla norma”

Terremoto Amatrice nuova scossa 29 gennaio

Terremoto in centro Italia, si aggrava il bilancio: le vittime accertate sono 291