in

Pensioni 2016, news oggi: Ape, flessibilità, precoci ed esodati, nuovo incontro tecnico Governo sindacati

Le nuove misure previdenziali che saranno contenute nella prossima legge di Stabilità saranno definite con molta probabilità in settimana. Si prevede un ulteriore tavolo tecnico tra Governo e sindacati entro la fine di questa settimana per fissare tutti i dettagli, dopo aver acquisito le necessarie coperture finanziarie certificate dalla Ragioneria generale dello Stato. Le risorse economiche di sei miliardi previste nel prossimo triennio potrebbero vederne stanziati 1,5 miliardi per il primo anno  con questa Legge di Stabilità.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016!

Fino al giorno dell’approvazione della manovra finanziaria si prevede un braccio di ferro col Ministero dell’Economia.  Di questa copertura finanziaria per le pensioni, 700 milioni dovrebbero essere destinate alle quattordicesime e 260 all’estensione della no tax area ai redditi da pensione fino a 8.125 euro, e un terzo all’Ape agevolata e le altre misure previste: le ricongiunzioni gratuite dei periodi contributivi versati in gestioni diverse, le agevolazioni per il ritiro dei lavoratori impegnati in attività usuranti e il bonus per i lavoratori precoci che hanno iniziato a lavorare prima dei 19 anni e in età minorile hanno versato almeno un anno di contributi.

Il Governo punterebbe a centomila pensionamenti anticipati per il primo anno con l’entrata in vigore dell’Ape. Questa platea di potenziali pensionati rappresenterebbero un punto di partenza a cui potrebbero aggiungersi i lavoratori nati tra il 1952 e il 1954 con 20 anni di contributi che potrebbero scegliere l’Ape di mercato, ovvero quella che prevede che l’anticipo sia  a carico di chi lo richiede, attraverso un prestito pensionistico da restituire in vent’anni. Questo tipo di anticipo prevede meno oneri per lo Stato che in base al suo successo deciderà se estenderla oltre alla sperimentazione del primo biennio. Un’ultima voce che potrebbe rientrare nel pacchetto previdenza è l’ottava salvaguardia per gli esodati che sono rimasti esclusi dalle precedenti tutele.  i sette provvedimenti di salvaguardia finora adottati hanno tutelato circa 130mila lavoratori che a causa della legge Fornero erano rimasti senza reddito e pensioni. Nello stanziamento nel fondo esodati sono rimasti residui utili a tutelare circa altri 40mila lavoratori che corrisponderebbero agli attuali esodati rimasti senza tutele. Per cui sindacati e una parte del Pd con i testa il presidente della Commissione Lavoro alla Camera, Cesare Damiano,  spinge affinché si provveda con l’allungamento a 36 mesi della scadenza della mobilità e 24 mesi per altre fasce di lavoratori previste nella sesta e settima salvaguardia.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

ligabue mondovisione tour settembre 2014

Ligabue Made in Italy Tour 2017 date, biglietti e modalità di prevendita: nuovi concerti in arrivo, le ultimissime

cibi in via d'estinzione, alimenti in via d'estinzione, cibi che scompariranno, cibi a cui dire addio,

10 cibi in via d’estinzione: addio anche a cioccolato e caffè