in

Pensioni 2016 news oggi: Ape e Quota 41, Maurizio Landini vs Matteo Renzi

Maurizio Landini, segretario della Fiom, intervenendo a Bologna a un’iniziativa a favore del No al referendum, ha attaccato Matteo Renzi su diverse tematiche tra cui referendum, legge elettorale e riforma delle pensioni: ”Il premier ha promesso che dopo il referendum farà un sacco di cose: dice che cambierà la legge elettorale, su cui aveva addirittura messo la fiducia tanto ci teneva; dice che cambierà l’Europa. Ma tutto dopo il referendum. Scusate, ma io di uno che ha detto Enrico stai sereno e il giorno dopo lo ha pugnalato alle spalle, non è che di natura mi fidi”.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016!

L’esponente sindacale poi è passato a criticare aspramente la legge elettorale, spiegando: “Nel 1953 chiamavamo legge Truffa una legge elettorale che dava un premio di maggioranza a chi superava il 50%. Con l’Italicum basterebbe il 40%, al ballottaggio anche il 15-20%. Se quella era una legge truffa, questa come dobbiamo chiamarla”. Landini ha dunque fatto un passaggio sulla riforma costituzionale che cambia 47 articoli della Costituzione, ma non tocca il pareggio di bilancio in Costituzione.

Infine il segretario della Fiom è passato ad attaccare Renzi sulla riforma delle pensioni e in particolare sull’Ape, Anticipo pensionistico, meccanismo centrale della riforma del Governo: “Verso per 40 anni i contributi e poi se devo andare in pensione devo chiedere un prestito a una banca. A me l’istinto che mi viene è di corrergli dietro fino a quando non l’ho preso. Poi cosa posso fare non lo so”.

Seguici sul nostro canale Telegram

Terremoto Centro Italia, Castelluccio di Norcia raso al suolo: addio all’antico borgo

terremoto CENTRO ITALIA NEWS SCOSSE

Lista dei terremoti in tempo reale INGV, sciame sismico in atto: le scosse del 31 ottobre