in

Pensioni 2016 news oggi: Ape, Tommaso Nannicini spiega i costi e le garanzie, “Costerà 50-60 euro al mese”

Lunedì sera su Rai Tre nella trasmissione Presadiretta sarà ospite il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Tommaso Nannicini, che interverrà sul tema caldo della riforma delle pensioni. Il rappresentante del Governo parla dell’Anticipo pensionistico chiarendo che riguarda tutti i lavoratori: “L’anticipo pensionistico è per tutti, indipendentemente dalla gestione previdenziale. Quindi vale per gli autonomi, per le partite Iva della gestione separata, vale per artigiani, commercianti“. Lo stesso Nannicini ribadisce che con l’Ape non ci sono rischi: “Non si rischia niente, non ci sono garanzie che richiede l’Ape. Non si rischia l’auto, non si rischia l’immobile, gli eredi non rischiano di vedere qualcosa che ricade sulla pensione di reversibilità perché tutto sarà coperto da un’assicurazione. Gli interessi e l’assicurazione saranno pagati da chi richiede l’Ape, non ci sono rischi reali, ma ci sono costi finanziari”.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016!

Sui costi dell’Anticipo pensionistico Nannicini esemplifica: “Per un lavoratore che avrebbe diritto a mille euro di pensione un anno d’anticipo gli costerà una cifra da 50 a 60 euro al mese per 20 anni, mentre tre anni di anticipo costeranno dai 150 a 200 euro al mese. Il prestito sarà erogato da una banca che poi lo girerà all’Inps. Coinvolgere il sistema bancario è stata l’unica strada percorribile perché le altre strade sarebbero costate allo Stato 7 e 10 miliardi”. Inoltre lo stesso Nannicini aggiunge che l’Ape sarà pagata con l’intervento pubblico per i lavoratori più deboli: “Poi ci sarà una platea importante di agevolati che riceveranno un bonus fiscale e questo coprirà non solo gli interessi e l’assicurazione, ma anche il capitale anticipato se sei particolarmente meritevole di tutela, in condizioni di bisogno e hai un reddito basso“.

Infine il professore Nannicini che per il premier Renzi ha coordinato il gruppo di lavoro che si sta occupando di pensioni conferma l’intervento sulle pensioni minime: “Ci sarà un intervento anche sui redditi da pensione. In particolare sui redditi da pensioni basse. Parliamo dei redditi da pensione sotto i mille euro. Ci sarà un aiuto agganciandosi prevedibilmente all’istituto della 14esima, ci sarà un bonus che è legato ai contributi versati, si arriva fino a 400 euro“.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Milan Udinese

Milan – Udinese 0-1 risultato finale, sintesi, video gol e highlights: Perica affonda Montella nel finale

rosolia in gravidanza

Rosolia in gravidanza: una donna su tre non sa se è protetta