in

Pensioni 2016 news oggi: flessibilità, Cesare Damiano invita Matteo Renzi a realizzare l’Agenda Sociale

Alla ripresa dei lavori parlamentari il presidente della Commissione Lavoro della Camera, Cesare Damiano, tra i protagonisti principali del dibattito in corso sulla riforma dell’attuale sistema pensionistico sottolinea che: “Per quanto riguarda la previdenza il calcolo che abbiamo fatto è che siano necessarie risorse “fresche” per almeno 2 miliardi di euro per attuare alcuni interventi fondamentali di correzione della “riforma” di Monti”.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI

Relativamente alla flessibilità in uscita, l’ex ministro del Lavoro evidenzia che: “Il governo pare orientato a fissare la nuova età di accesso alla pensione di vecchiaia a 63 anni (62 anni le donne dipendenti del settore privato, ndr) rispetto agli attuali 66 anni e 7 mesi. Potrebbe essere un buon compromesso se consentirà di andare in pensione anticipata, senza penalizzazioni, a partire dallo categorie più disagiate: disoccupati di lungo periodo, precoci, addetti ai lavori usuranti, invalidi. Accanto a questo va previsto il blocco dell’aspettativa di vita per chi svolge lavori usuranti e la cancellazione della penalizzazione per coloro che andranno in pensione prima dei 62 anni (sono state temporaneamente bloccate, ma ripartiranno dal 2018)”.

Ad avviso del presidente Damiano gli altri punti dove intervenire riguardano il ripristino della possibilità di ricongiungere gratuitamente i contributi versati in diverse gestioni previdenziali e i tre provvedimenti per i quali sono già accantonate le risorse, come l’ottava salvaguardia per altri circa 30mila lavoratori esodati e la proroga di Opzione Donna, dopo il monitoraggio che dovrebbe certificare le economie rispetto ai 2,5 miliardi di euro stanziati con la precedente legge di Stabilità e l’intervento per i lavoratori impegnati in mansioni usuranti utilizzando alcune centinaia di milioni che sono rimasti nel relativo Fondo. Infine l’equiparazione della no tax area dei pensionati a quella dei lavoratori dipendenti e l’adeguamento della quattordicesima per le pensioni più basse. Damiano chiede l’impegno del Governo per concretizzare queste misure: “Se realizzate, daranno all’azione di governo quel carattere di equità richiesto dal Paese, che per il momento è apparso insufficiente e sfocato. Il nostro appoggio a Renzi per la battaglia che sta conducendo in Europa per la flessibilità dei conti è totale: all’ottuso rigore dei conti vogliamo contrapporre una indispensabile scelta a favore della crescita”.

QUEBEC CTY ATTENTATO MOSCHEA KILLER

Los Angeles: evacuato aeroporto per presunta sparatoria, poi la Polizia smentisce

Boateng go terremoto centro Italia

Terremoto in Centro Italia, Boateng dedica il goal alle vittime del sisma