in

Pensioni 2016 news oggi: flessibilità e Ape, per Annamaria Furlan investimenti e pensioni vanno insieme

La riforma delle pensioni è molto attesa e in prossimità della presentazione al Parlamento della nuova Legge di Stabilità, che dovrebbe contenere alcune misure previdenziali, il dibattito si fa sempre più serrato. In un’intervista al quotidiano La Repubblica, Annamaria Furlan, segretario della Cisl, in vista del suo intervento al meeting di Rimini su: “Su contratto della Pa e previdenza l’esecutivo ha promesso più risorse” ha ribadito che le misure sociali e quindi anche quelle in tema di pensioni siano necessari per contribuire alla ripresa economica.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016!

L’esponente sindacale preoccupata che la crescita economica zero dell’Italia, risultante dagli ultimi dati, faccia decidere il Governo per un aumento degli stanziamenti economici a favore di investimenti e a discapito dei pensionandi, ha ribadito: “Sarebbe sbagliatissimo. Questi temi non sono in contrapposizione, ma complementari. Abbiamo bisogno di imprese più competitive. Ma è altrettanto urgente una riforma delle pensioni che crei equità sociale e dia sbocco a tanti giovani disoccupati”.

La Furlan ha anche fatto appello alle dichiarazioni del governo di Matteo Renzi sulle maggiori risorse al capitolo pensioni: “Lo stesso premier ha definito “inadeguati” i 300 milioni stanziati per il rinnovo del contratto pubblico. Dopo il dibattito ferragostano sulle cifre, mi auguro che riemerga la serietà delle parti. Cgil, Cisl e Uil hanno sempre dimostrato di stare con i piedi per terra. Non faremo richieste che non tengano conto della situazione del Paese. Ma se si vogliono far ripartire i consumi, non si possono tenere ancora bloccati i contratti o inchiodati al posto di lavoro nonne e nonni, con i trentenni a casa”. In conclusione la leader della Cisl ha posto sottolineato che investimenti e Anticipo pensionistico posso essere complementari: “Le due cose possono viaggiare insieme. Diventa complesso innovare con una media di lavoratori ultra sessantenni. A 60 anni si può fare l’impiegato, non lavorare su una gru o un’impalcatura”, e ancora ha aggiunto sull’attuale situazione del mondo del lavoro: “Non possiamo permetterci altri esodati. Penso sia inevitabile e necessario un prolungamento ponte degli ammortizzatori nelle zone dove stanno finendo”.

news caso mario biondo

Morte Mario Biondo, impiccato con la sciarpa preferita della moglie: emersi nuovi particolari

Emma Marrone Amici 16 chi la sostituirà

Emma Marrone Instagram: dall’ansia per il tour al like della madre di Stefano De Martino