in

Pensioni 2016 news oggi: flessibilità ed età pensionabile, Cesare Damiano risponde a Stefano Parisi

Non si placa la discussione sulla riforma previdenziale e in particolare sulle modalità con cui si concretizzerà la flessibilità in uscita.

Mentre sono attesi importanti novità in vista del tavolo politico previsto entro i primi di agosto, Cesare Damiano – Presidente della Commissione Lavoro alla Camera – continua a ribadire le proprie posizioni in fatto di pensionamento anticipato e correzioni da mettere in atto per porre un freno alle storture della riforma Fornero. Proprio nelle ultime ore l’onorevole ha risposto a Stefano Parisi, commentando così l’ultimo intervento sul tema dell’ex candidato sindaco di Milano: “Se Stefano Parisi sostiene, come noi, la flessibilità in uscita dal mondo del lavoro, deve sapere che questo significa abbassare, fino a un massimo di 4 anni, l’attuale limite della pensione di vecchiaia di 66 anni e 7 mesi”.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016!

“Non si può affermare che ‘l’allungamento dell’età pensionabile è indispensabile’ e condividere la flessibilità: in questo modo si sostiene una cosa e il suo contrario”, così ha proseguito l’ex sindacalista.

Il bisogno di intervenire sulle pensioni più basse, invece, trova d’accordo i due esponenti politici: per questo Damiano garantisce l’appoggio al Governo nel caso in cui venga incrementata la quattordicesima alle pensioni più basse. Proprio nelle ultime ore si è tornati a parlare della misura istituita dal governo Prodi e in particolare dell’ipotesi della sua estensione ad altri 2 milioni di pensionati, con il coinvolgimento di coloro che percepiscono un reddito annuo fino ai 13.000 euro.

In apertura: Cesare Damiano – foto tratta dalla pagina Facebook ufficiale

caso yara CONDANNA BOSSETTI NEWS

Caso Yara: non solo Dna, Massimo Bossetti inchiodato anche dal suo furgone

sibari corigliano castello ducale

Sibari e dintorni, tra feste e bellezze naturali