in

Pensioni 2016 news oggi: flessibilità, precoci, usuranti, Ape e no tax area, servono 2,5 miliardi di euro?

Alla luce di quanto emerso dall’ultimo confronto tra Governo e sindacati, sarà necessario attendere settembre per avere qualche informazione più certa sulla riforma previdenziale: eppure, la discussione non si placa.

Sul tavolo delle trattative ci sono ancora varie questioni: la flessibilità in uscita, la pensione dei precoci, la revisione dell’aspettativa di vita per gli “usuranti”, la no tax area, l’estensione della quattordicesima alle pensioni minime. Per quanto riguarda l’anticipo pensionistico – più noto come Ape – c’è chi si stanno battendo affinché la misura sia priva di penalizzazioni per le categorie di lavoratori più svantaggiate (per altre platee di pensionandi, invece, le penalizzazioni potrebbero aggirarsi tra l’1% e il 5%, con punte fino all’8%). A questi nodi irrisolti, va aggiunto il capitolo esodati, il cui disegno di legge è giunto alla Camera e attende di essere approvato (secondo quanto riferito da Francesco Flore, portavoce della Rete dei Comitati Esodati, questa questione andrebbe risolta subito e in modo definitivo, dal momento che le risorse esistono e sono certificate, motivo per cui non necessiterebbero di finanziamenti aggiuntivi da inserire nella Legge di Stabilità).

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016!

Il più grande punto interrogativo riguarda le risorse economiche: a quanto ammonta lo “stock” destinato al pacchetto previdenza? Ma soprattutto: servirà a finanziare tutte le misure allo studio? Secondo voci che non hanno ancora trovato una conferma ufficiale, il Governo – che per bocca del Ministro del lavoro Giuliano Poletti ha parlato di dotazione di risorse “rilevante” – avrebbe preventivato una spesa di 1,5 miliardi di euro per il capitolo pensioni. Troppo pochi per i sindacati. Secondo quanto riportato da Il Manifesto nell’articolo di ieri, le tre sigle sindacali reputerebbero necessari 2,5 miliardi di euro “per un intervento dignitoso sui tanti capitoli aperti”. Quale sarà il compromesso?

In apertura: martaposemuckel/Pixabay.com

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

allarme maltempo brianza

Allerta maltempo in Brianza, strade chiuse e alberi sradicati: le nostre foto in esclusiva

Sparatoria Usa Austin

Usa choc, sparatoria ad Austin: un morto e almeno 4 feriti