in

Pensioni 2016 news oggi: lavoratori precoci e Quota 41 per tutti, quali speranze?

Gli emendamenti presentati in Parlamento al capitolo previdenza inserito nella Legge di Stabilità riguardano principalmente la proroga di Opzione Donna e l’ampliamento dei beneficiari dell’Ottava salvaguardia e delle categorie di lavoro ricomprese tra quelle classificate come gravose o usuranti. Quest’ultimo elenco indica quei lavoratori che avranno diritto di accedere, a secondo dei requisiti maturati o all’Anticipo pensionistico cosiddetto social, cioè con i costi a carico dello Stato, o alla Quota 41 per i lavoratori precoci che abbiano versato almeno 12 mesi di contributi prima dei 19 anni di età.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016!

La proposta di allargamento varata dalla Commissione Lavoro aggiungerebbe questi altri lavoratori: “Artigiani che abbiano cessato l’attività con almeno 30 anni di contributi; i lavoratori marittimi, lavoratori impiegati in attività di estrazione, importazione, lavorazione e smaltimento dell’amianto, lavoratori in altezza, operai agricoli, stuntman, operai occupati in attività di stampaggio a caldo, operatori socio sanitari e pescatori”.

Tuttavia queste limitate aperture lasciano molto insoddisfatti i lavoratori del gruppo “Lavoratoti precoci uniti a tutela dei propri diritti” che sul web continuano a manifestare la loro delusione e il loro malcontento anche nei confronti dei sindacati che a loro giudizio non hanno sostenuto con la necessaria determinazione la battaglia con la Quota 41 per tutta la categoria. Uno di loro, Andrea Detto Il Toscano ha scritto polemicamente a Matteo Renzi, Tommaso Nannicini, Pier Carlo Padoan e Giuliano Poletti: “Ho letto bene cosa avete concordato con i sindacati, per noi precoci di Quota 41, che secondo me non avevano nessun diritto di rappresentanza nei nostri confronti. E non avendo rappresentanza mal si sono posti nei confronti del Governo. Si sono posti nella posizione prona, cercando di dare un colpo alla botte ed una al cerchio (…) vi accuso di aver fatto peggio della Legge Fornero, siete stati peggiori perché avete fatto credere ai lavoratori di voler cambiare le cose, mentre avevate in serbo un’ingiustizia ancora maggiore: far credere di cambiare le cose perché tutto rimanga (più o meno) come prima”.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

cecilia rodriguez gossip

Francesco Monte e Cecilia Rodriguez sposi nel 2017: la data, Belen testimone

The Vampire Diaries 8 stagione in pausa: quando tornano Damon e Stefan?