in

Pensioni 2016 news oggi: Opzione Donna, buone notizie per la proroga

Le donne lavoratrici che si battono per la proroga del regime di Opzione Donna che consentirebbe loro di andare in pensione a 57 anni di età con 35 di contributi versati, anche se devono accettare in cambio il più penalizzante calcolo dell’assegno pensionistico con il sistema contributivo, coltivano qualche speranza in più di ottenere il loro risultato cos’ tanto inseguito.

Infatti oggi alla Camera dei Deputati il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, rispondendo ad alcune domande poste dalle deputate Marialuisa Gnecchi e Titti Di Salvo sul monitoraggio dell’Inps sulla spesa di Opzione Donna ha riferito che: “Le lavoratrici che hanno ottenuto la pensione con decorrenza successiva al 31 dicembre 2015 per avere esercitato l’Opzione Donna sono state poco più di 7mila”. La spesa impegnata quindi è stata di 63,3 milioni di euro.

Il ministro Poletti ha garantito che le risorse non utilizzate rispetto allo stanziamento di circa 200milioni di euro saranno impiegate: “Per interventi con finalità analoghe a quelle di Opzione Donna, compresa la proroga della sperimentazione”.

Ferragosto 2016: dove andare? 5 idee curiose e divertentissime

parla sorella giuseppe guerinoni

Caso Yara, parla la sorella di Guerinoni, padre di Ignoto 1: “Bossetti doveva essere più sincero”