in

Pensioni 2016 news oggi: Opzione Donna, esodati, platee dell’Ape social e Quota 41, ecco tutti i nodi da definire

Nonostante il giudizio positivo del Governo e dei sindacati sulla conclusione del confronto che dovrebbe sfociare nella riforma delle pensioni da inserire nella legge di Stabilità, sul tappeto restano tante questioni da definire. I nodi più critici riguardano l’ottava salvaguardia per gli esodati, la proroga di Opzione Donna, le platee dell’Ape social e della Quota 41 per i lavoratori precoci. In particolare i circa 30mila lavoratori esodati che sono rimasti senza reddito da lavoro e senza una prospettiva ravvicinata di pensionamento, più di altri necessitano di un intervento a loro tutela, così come le lavoratrici di Opzione Donna, aspettano la proroga oltre il 31 dicembre 2015.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016!

Il presidente della Commissione Lavoro, Cesare Damiano, che con approccio riformista ha cercato di spingere il Governo a un confronto costruttivo con i sindacati, pur apprezzando il punto di arrivo, sottolinea: “Sulle pensioni si è compiuto un importante passo avanti, anche se non risolutivo, che premia la scelta del dialogo fatta dal Governo, la mobilitazione unitaria del sindacato e la forte iniziativa parlamentare. Restano ancora alcuni punti da chiarire, che saranno oggetto di ulteriore confronto con il sindacato”.

L’ex ministro del Lavoro evidenzia che ancora bisogna lavorare per dare sostanza al quadro di sintesi raggiunto: “Per quello che ci riguarda le criticità e i problemi in sospeso sono: la soluzione definitiva del capitolo degli esodati attraverso l’ottava salvaguardia, che deve far parte dei contenuti generali dell’intervento sulla previdenza da inserire nella legge di Bilancio; una modalità più favorevole di accesso all’Ape per i lavoratori che non appartengono alle categorie più disagiate dell’Ape Social: se la penalizzazione restasse del 7% all’anno, come è stato ventilato, sarebbe troppo elevata e disincentivante; la fissazione del tetto dell’assegno mensile di pensione (1.500 euro?) entro il quale è previsto l’accesso a costo zero per i lavoratori che utilizzeranno l’Ape Social (disoccupati, addetti a lavori gravosi e inabili); la definizione delle categorie del lavoro gravoso che consentiranno di allargare la platea dei lavoratori precoci che possono usufruire dei 41 anni di contributi e dell’Ape Social.Si tratta di punti non secondari sui quali il confronto è ancora aperto. Vogliamo ricordare, inoltre, che nel mese di settembre è previsto il consuntivo dei risultati di Opzione Donna che consentirà la definizione del prolungamento della sperimentazione”.

Seguici sul nostro canale Telegram

delitto seriate news indagini

Omicidio Gianna Del Gaudio: qualcuno è entrato nella villetta di Seriate posta sotto sequestro? Nuove indiscrezioni

tendenze beauty 2016, depilazione in italia, uomini che si fanno la ceretta, depilazione uomo, depilazione donna, farsi la ceretta, uomini ceretta, donne ceretta,

Tendenze beauty 2016: gli uomini prenotano cerette, le donne dicono basta