in

Pensioni 2016 news oggi: Opzione Donna, perchè il Mef non pubblica i dati sulle risorse? [INTERVISTA ESCLUSIVA]

Il regime Opzione Donna risulta al momento bloccato a causa della mancata trasmissione da parte del Ministero dell’Economia del monitoraggio sulle risorse stanziate con la legge di Stabilità 2016 che attraverso il meccanismo del contatore prevedeva di utilizzare le risorse residue del fondo per l’estensione del regime Opzione Donna. Abbiamo intervistato Rossella Lo Iacono, tra le amministratrici del gruppo Facebook “Opzione Donna-Ultimo trimestre 1957-1958” per conoscere il giudizio delle lavoratrici e quali sono le loro aspettative e la loro strategia per portare avanti la loro battaglia

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016!

La legge di Stabilità non ha incluso provvedimenti su Opzione Donna, ve lo aspettavate?
“La questione che ci riguarda affonda le sue radici nella Legge di Stabilità dello scorso anno n. 208/2015 . Il Governo, volle inserire a tutti i costi, tre mesi aspettativa di vita, da aggiungere al requisito anagrafico,  pur conscio che una Legge Sperimentale quale Opzione Donna, non può essere modificata, nel corso della Sperimentazione.
Dobbiamo al Presidente Damiano l’inserimento di un salvagente, nella norma, e nonostante le resistenze governative, fu inserito l’obbligo di legge di monitorare le risorse per l’utilizzo dei risparmi, per noi Donne dell’Ultimo Trimestre ingiustamente e forzatamente escluse, e in presenza di risparmi consistenti anche per le nate negli anni successivi.
Tale verifica del Monitoraggio, il c.d. Contatore, per Legge, andava trasmesso alle Camere previa firma dei Ministri del Lavoro e delle Finanze, entro il 30 Settembre scorso. Invece, amara sorpresa ci viene giocato un ennesimo tiro mancino… il Monitoraggio a tutt’oggi 4 novembre, non è ancora stato trasmesso al Parlamento…ci risulta che, già firmato dal Ministro del Lavoro si trova giacente e senza firma sulla scrivania del Ministro delle Finanze.
Ciò ha impedito che Opzione Donna fosse inserita nella Legge di Stabilità 2017 in discussione in questi giorni in Parlamento..
Mai ci saremmo aspettate questo tipo di comportamento che ancora una volta lede i diritti e la fiducia delle Donne”.

Il Ministero dell’Economia dovrebbe trasmettere i dati relativi al contatore e quindi ai fondi residui, avete notizie sui tempi?
“Purtroppo non conosciamo quali sono i tempi di trasmissione, nè , e questo è ancora peggio, se c’è la volontà politica di rispettare la Legge dello Stato che prevede la trasmissione dei dati”.

Ci sono stati diversi interventi di parlamentari su questa particolare questione che si è venuta a creare per Opzione Donna, con quali risultati?
“Le iniziative sono varie e principalmente sostenute da più parti politiche di diversa estrazione, a riprova che la lotta alle ingiustizie non ha colore.
Abbiamo il sostegno, in primis , del Presidente Cesare Damiano e di tutta la Commissione Lavoro alla Camera da lui presieduta, di membri del Senato, quale la Senatrice d’Adda, di membri dell’opposizione, quale l’on Rizzetto e lì’on Simonetti che si sono recentemente impegnati con interrogazioni parlamentari sull’argomento….abbiamo il sostegno della Stampa che torna spessissimo sull’argomento …ma nulla . . il MEF fermo, come una roccia, continua ad ignorare le innumerevoli istanze sull’argomento e a non trasmettere i dati al Parlamento, che legittimamente dovrebbe riceverli per legiferare in merito” .

Nelle more dell’attesa che iniziative avete messo in campo?
“In considerazione di questo assordante silenzio governativo,  stiamo valutando con un avvocato del Foro di Roma, l’opportunità di mettere in piedi una azione legale che ricordi al MEF che siamo tutti soggetti alla Legge e dobbiamo rispettarla, MEF compreso, sperando che magari nel frattempo, da qui a pochi giorni, possa arrivare un emendamento, alla Legge di Stabilità che la corregga inserendo la parte mancante che ci riguarda”.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Il Segreto anticipazioni dal 6 al 12 novembre 2016: il destino di Francisca

Le 10 montagne più belle del mondo per godere di un panorama mozzafiato