in

Pensioni 2016 news oggi: ottava salvaguardia, per gli esodati via il vincolo della decorrenza

Il disegno di legge sull’ottava salvaguardia che ha come primo firmatario Cesare Damiano prevede una importante innovazione rispetto alle tutele delle precedenti salvaguardie, dando una risposta positiva alle richieste dei sindacati e dei lavoratori. Verrebbe eliminato il vincolo della decorrenza della presentazione della pensione che finora ha lasciato fuori alcuni lavoratori a causa o della speranza di vita o per mancanza di qualche periodo contributivo.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016!

Con la nuova proposta la salvaguardia riguarderebbe tutti i lavoratori che rientrano nelle tipologie previste per la tutela che maturano il diritto per la pensione entro il 31 dicembre 2019 a prescindere se la decorrenza della stessa pensione avverrebbe in data successiva.

Per accedere alla nuova salvaguardia occorrerà aver raggiunto la quota di 97,6 con il minimo di 61 e 7 mesi e 35 anni di contributi o i 40 anni di contributi, come previsto nella precedente pensione di anzianità oppure i 65 anni e 7 mesi (62 anni e 4 mesi per le donne del settore privato che hanno avuto incrementati i requisiti di vecchiaia dalla legge 111/2011) con 20 anni di contributi o 15 per chi rientra nelle deroghe previste dalla Legge Amato. Quesi requisiti devono essere posseduti entro il 31 dicembre 2019. Nel caso dei lavoratori autonomi o per chi ha una contribuzione mista la quota aumenta a 98,6 con 62 anni e 7 mesi e 35 di contributi, mentre gli altri requisiti rimangono uguali.

Alpi Apuane Eva Dominici

Vivere sulle Alpi Apuane: la testimonianza di una donna d’altri tempi

Bando concorso Inps 2016

Borse di studio Inps 2016 per master e corsi di perfezionamento: requisiti e scadenze