in

Pensioni 2016 news oggi: ottava salvaguardia e proroga Opzione Donna, Tommaso Nannicini garantisce le misure

Il tema delle pensioni non è ancora chiuso e proseguono ancora gli interventi televisivi di esponenti politici e sindacali che dibattono ancora. Uno dei protagonisti principali di questo lungo confronto è stato ed è il sottosegretario Tommaso Nannicini, il quale stamane è intervenuto alla trasmissione Mi Manda Rai Tre , dove ha spiegato le misure inserite nella legge di Stabilità che dovrà essere approvata dal Parlamento entro fine mese. I lavoratori che più di tutti si aspettano delle risposte che ancora posso venire dalla legge di Stabilità sono gli esodati e i precoci. Per questi ultimi, secondo le previsioni le nuove condizioni dovrebbero permettere il pensionamento di 25mila lavoratori, ma su queste cifre i precoci non sono concordi ed è in corso una manifestazione davanti a Montecitorio per convincere a estendere la Quota 41 a tutta la categoria. II sottosegretario, relativamnete alla quota 41 ha affermato: “Un numero magico non esiste. I numeri della previdenza devono essere legati ai numeri della demografia, se vogliamo avere la sostenibilità finanziaria del sistema e non scaricare debito sulle generazioni future”, dunque il Governo ha deciso di dare priorità a chi è : “In condizioni di debolezza nel mercato del lavoro”.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016!

Per quanto riguarda l’ottava salvaguardia che dovrebbe andare a tutelare definitivamente i lavoratori rimasti fuori dai precedenti provvedimenti, Tommaso Nannicini ha spiegato che: “L’ottava salvaguardia sarà inserita in Legge di Bilancio per circa 28 mila esodati e prevederà l’allungamento a 36 mesi del termine di maturazione del requisito pensionistico dalla fine della mobilità per la categoria dei mobilitati, e per tutte le altre categorie l’allungamento della decorrenza pensionistica di 24 mesi. Mentre per le categorie dei licenziati a tempo determinato e degli autorizzati ai contributi volontari senza alcun versamento l’allungamento della decorrenza sarà di soli 12 mesi. Comunque tutte le platea avranno un allargamento con un intervento definitivo“.

L’Opzione Donna invece si regge su una flessibilità che ha un costo per chi vi accede come nell’Ape, ma non con un meccanismo finanziario bensì previdenziale e quindi lo Stato paga subito la pensione che anticipa, anche per molti anni, quindi con un costo iniziale alto e poi un risparmio futuro poichè la pensione più bassa viene calcolata con il sistema contributivo. Il sottosegretario Nannicini ha spiegato che le regole europee sui conti pubblici non tengono conto dell’orizzonte temporale per cui non è possibile pensare al regime Opzione Donna come a un’uscita strutturale, ma il Governo è impegnato a chiudere la misura cercando di allargare la finestra dell’Opzione Donna utilizzando tutte le risorse già stanziate. Anche per la pensione anticipata delle donne, Nannicini ha detto che bisognerebbe pensare a un congegno che non pesi sui conti pubblici come con l’Ape.

Seguici sul nostro canale Telegram

Barcellona Celtic probabili formazioni

Barcellona – Manchester City probabili formazioni e ultime news Champions League 2016-2017

Champions League Juve napoli

Dove vedere Cska Mosca – Monaco orari, diretta tv e probabili formazioni Champions League