in

Pensioni 2016 news oggi: pensione anticipata a 62 anni, Cesare Damiano parla delle risorse

Le scelte del Governo di Matteo Renzi sulle misure del pacchetto previdenziale da inserire nella prossima Legge di Stabilità, a iniziare dal progetto di Anticipo pensionistico per i lavoratori che hanno maturato 63 anni di età, dipenderanno, principalmente dalle risorse che il Governo riuscirà a stanziare. Intorno della necessaria copertura finanziaria si è aperto un vero e proprio tira e molla.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016!

Il presidente della Commissione Lavoro alla Camera, Cesare Damiano, è intervenuto sulla questione con un suo post sul web, in cui ha scritto: “Si è accesa una grande discussione sul costo dell’intervento sulle pensioni da inserire nella legge di Bilancio. Il Governo, con Nannicini e Poletti, ha parlato di 1,5 miliardi di euro. Secondo alcune ricostruzioni giornalistiche si arriverebbe vicino ai 4 miliardi sommando tutti gli interventi previsti, compresi quelli annunciati da Renzi: flessibilità, ricongiunzioni, quattordicesima, ecc. Come sempre, la verità sta quasi nel mezzo. Noi pensiamo che ci vogliano almeno 2 miliardi, per cominciare, considerato il fatto che le previsioni di costo di Ragioneria e INPS sono sempre risultate abbondantemente sovrastimate (vedi lavori usuranti e Opzione Donna). Inoltre, il Governo può fare un intervento significativo senza mettere nuove risorse: riguarda l’ottava salvaguardia degli esodati. L’ultimo rapporto INPS del 10 agosto riporta queste cifre: 172.000 sono i lavoratori da salvaguardare, circa 130.000 quelli già salvaguardati. Per prudenza mettiamo da parte altri 10.000 lavoratori che potrebbero arrivare dalla mobilità non ancora censita. Rimangono “scoperte” altre 32.000 posizioni, sufficienti per concludere definitivamente il problema degli esodati. Sarebbe un successo anche per il Governo e a costo zero, perché i soldi sono già stanziati e coperti: si tratta di 11,6 miliardi di euro stanziati nell’apposito Fondo. Questi pensionamenti degli esodati hanno anche il vantaggio di “sgonfiare” i numeri degli altri interventi (in mezzo a loro ci sono disoccupati, addetti ai lavori usuranti e precoci), con risparmi che andrebbero contabilizzati e che rendono più facile la manovra per il Governo”.

Cesare Damiano torna a difendere la sua proposta di flessibilità del sistema previdenziale a partire dai 62 anni e 35 di contributi e ritiene che il costo da stimare non si possa riferire all’intera platea dei potenziali aventi diritto, poiché finora come avvenuto per Opzione Donna o per i lavori usuranti le previsioni di ragioneria e Inps sono state molto sovrastimate. Inoltre il provvedimento di ottava salvaguardia per chiudere la difficile e complessa vicende degli esodati che ha già ha la copertura finanziaria dalle precedenti economie andrebbe a facilitare i provvedimenti per i lavoratori precoci, i disoccupati di lunga durata, gli invalidi e gli addetti ai lavori usuranti.

olimpiadi rio 2016

Olimpiadi Rio 2016 programma gare 12 agosto, orario diretta tv e streaming gratis

Gite Ferragosto 2016 Lombardia: idee “fuori porta” da Milano a Bergamo, tra arte e spiritualità