in

Pensioni 2016 news oggi: pensione anticipata di 4 anni per tutti, senza penalità per i più deboli, Cesare Damiano rilancia

Cesare Damiano, presidente della Commissione Lavoro alla Camera, dopo la difficile Direzione del Partito democratico di ieri 4 luglio, ha sottolineato alcune criticità del “Cantiere Sociale” sottolineato dal premier Matteo Renzi: “Sul fatto, come ha dichiarato Renzi, che questo Governo abbia aperto il più grande ‘Cantiere Sociale’ del quale occorre soltanto fare una positiva narrazione, non sono convinto. Voglio però accettare la sfida del premier e insistere su un altro argomento da lui stesso utilizzato, quello del miglioramento di ciò è stato fatto fin qui in tema di lavoro e di Stato Sociale”.

=> LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016

L’esponente della minoranza del Pd in tema di riforma delle pensioni insiste sulla necessità di aumentare le pensioni minime: “Occorre rivalutare le pensioni più basse: basterebbe migliorare la quattordicesima istituita nel 2007 dal Governo Prodi e che attualmente corrisponde a un assegno medio di 400 euro all’anno, erogato dal 2008 nel mese di luglio ai pensionati con un assegno fino a 700 euro al mese”.

Infine Damiano è tornato sulla sua proposta di anticipare l’accesso alla pensione di 4 anni senza penalizzazioni per le fasce più deboli: “Gli ammortizzatori sociali hanno una durata troppo breve di fronte ad una crisi che si prolunga: ci vuole una deroga sulle pensioni è necessario avere una flessibilità che anticipi di 4 anni l’uscita dal lavoro e che non faccia pagare penalizzazioni ai soggetti più deboli: disoccupati, lavoratori precoci che devono poter andare in pensione con 41 anni di contributi, addetti ai lavori usuranti e invalidi”.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Carla Bruni topless Instagram

Carla Bruni: foto in topless su Instagram e il web si infiamma

intervista ursula franco

Maria Ungureanu, omicidio premeditato? Spunta un testimone