in

Pensioni 2016 news oggi: pensione anticipata e flessibilità, la proposta di Cesare Damiano quella più vicina ai lavoratori

A settembre riprenderà il tavolo di lavoro tra Governo e sindacati sul capitolo pensioni. Sostanzialmente le proposte di modifica della legge Fornero che mirerebbero a una maggiore flessibilità del sistema pensionistico vertono principalmente sull’Anticipo pensionistico, Ape, elaborato dai tecnici di Palazzo Chigi. Con questa misura si consentirebbe ai lavoratori di lasciare il mondo del lavoro a 63 anni e sette mesi, ovvero tre anni prima della pensione di vecchiaia, attraverso un prestito pensionistico che verrebbe restituito a rate in vent’anni dopo il raggiungimento dell’effettivo pensionamento.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016!

Anche se il sottosegretario Tommaso Nannicini ha indicato il periodo di anticipo fino a tre anni e sette mesi così da neutralizzare i periodi di adeguamento alla speranza di vita che sono stati già di sette mesi. In questo modo, almeno per il requisito dell’età l’Anticipo si avvicinerebbe all’età di pensionamento anticipato previsto nel progetto Damiano-Baretta che partirebbe dai 62 anni e sette mesi.

Il requisito anagrafico è però l’unico punto di contatto tra l’Ape e la proposta di pensione anticipata flessibile di Damiano-Baretta. Nel primo caso l’assegno pensionistico verrebbe anticipato con il finanziamento delle banche, mentre nel secondo se ne farebbe carico l’Inps. Per quanto riguarda il costo a carico del lavoratore, con la proposta di Damiano ci sarebbe una penalizzazione del 2% per ogni anticipo, quindi a un massimo dell’8%, per tutti, mentre l’Ape avrebbe un costo molto più alto per i lavoratori che potrebbe arrivare a un massimo del 15-20% dell’assegno previdenziale, anche se attraverso le detrazioni fiscali alcune categorie di lavoratori più disagiate avrebbero una certa tutela.

Dove vedere Viktoria Plzen Roma

Roma – Porto diretta live Champions League, risultato finale 0-3

Maddalena Corvaglia Instagram

Antonio Ricci: in autunno un nuovo programma per Mediaset