in

Pensioni 2016 news oggi: pensione anticipata e precoci, basta penalizzazioni dal 2018

Con la riforma Fornero i lavoratori che andavano in pensione anticipata prima dei 62 anni di età, dopo una lunga carriera contributiva, subivano una decurtazione sulla pensione pari all’1% fino ai 60 anni e del 2% per ogni anno di anticipo rispetto ai 60. Con la finanziaria del 2015 questa penalizzazione era stata sospesa, ora nella nuova legge si bilancio arriverà la definitiva cancellazione di questo meccanismo penalizzante.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016!

Quindi tutti i lavoratori cosiddetti precoci avranno questo beneficio, mentre solo una parte di loro cioè che hanno versato almeno 12 mesi di contributi prima del 19esimo anno di età e che si trovano disoccupati o con un’invalidità maggiore maggiore del 74% o sono addetti a mansioni particolarmente gravose ci sarà la possibilità di andare in pensione con 41 anni di contributi e senza limiti di età.

Nella prossima legge di Stabilità, la penalizzazione prevista a partire dal 1° gennaio 2018 verrà definitivamente cancellata, così i lavoratori che vanno in pensione anticipata al raggiungimento dei 42 e dieci mesi di contributi o 41 e 10 mesi per le donne indipendentemente dall’età anagrafica non subiranno alcun taglio del loro trattamento pensionistico, mentre non è stata affrontata la questione dei successivi adeguamenti alla speranza di vita.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

uefa europa league facebook

Programmi tv stasera 20 Ottobre: Europa League Roma-Austria Vienna e Il Segreto

Basket Fiba Champions League: Varese che brivido, Venezia k.o.