in

Pensioni 2016 news oggi: pensione anticipata, precoci, aspettativa di vita e risorse, i lavoratori in attesa di decisioni

Il rinvio a settembre del tavolo di confronto tra il Governo e i sindacati sulle misure per agevolare il pensionamento anticipato da inserire nella prossima Legge di Stabilità, dimostra che le tante proposte che sono state discusse ancora non trovano soluzioni condivise. Il motivo di maggiore contrasto sta nelle risorse necessarie da destinare alla riforma delle pensioni, con i sindacati che presentano una richiesta di 2,5 miliardi e il Governo che non sembra voler andare oltre a 1,5 miliardi circa. Se il Governo non reperisce le coperture finanziarie adeguate non si potranno dare risposte positive alle tante categorie interessate, in particolare alla platea dei lavoratori precoci, molto sostenuta dai sindacati.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016!

La leader della Cgil, Susanna Camusso è tornata a criticare la proposta di anticipo pensionistico che è la principale idea della modifica pensionistica che il Governo vuole introdurre. Ad avviso del segretario generale della Cgil: “L’idea del prestito interrompe la relazione tra il lavoro e i contributi che ti versi e l’esercizio poi della prestazione”. Per Susanna Camusso non si capisce perché il lavoratore si debba “Auto-prestare la pensione in ragione del fatto che c’è un automatismo nella nostra norma che continua a prevedere che diventeremo sempre più anziani senza tener conto di quando abbiamo iniziato a lavorare e per quanti anni abbiamo lavorato”.

Dall’altro lato anche l’esponente del nuovo centro destra, ed ex ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi, richiama il Governo a non considerare una riforma previdenziale “in termini esclusivamente assistenziali”. Sacconi non ritiene che si possa: “Trascurare il ceto medio a rischio di impoverimento dell’età anziana perché rifiutato da molte imprese per l’alto costo del lavoro”. Secondo l’ex Ministro del Lavoro l’anticipo pensionistico interesserà solo i pensionati con redditi minimi, così come l’ampliamento della no tax area o il riconoscimento di contributi figurativi ai lavoratori precoci. L’attuale presidente della Commissione Lavoro del Senato, richiede di: “Favorire le intese tra datori di lavoro e lavoratori consentendo ai primi di pagare i contributi del lavoratore per periodi di studio e di non lavoro deducendoli dal reddito soggetto a tassazione”.

olimpiadi rio 2016, olimpiadi 2016, rio 2016, olimpiadi rio 2016 capsule collection, olimpiadi rio 2016 limited edition, olimpiadi rio 2016 accessori moda,

Olimpiadi Rio 2016: le capsule collection limited edition più originali [FOTO]

SPARA IN STRADA ALLA MOGLIE

Napoli ultim’ora: sparatoria nel centro storico, 2 morti e 1 ferito