in

Pensioni 2016 news oggi: pensione anticipata, Quota 41 e salvaguardie le risorse dalle precedenti economie

Prende sempre più forma il pacchetto di misure per rendere maggiormente flessibile il sistema previdenziale, che il Governo dovrebbe presentare alla fine di ottobre con la prossima Legge di Bilancio. Oltre all’Anticipo pensionistico, con il meccanismo del prestito previdenziale, per i lavoratori che hanno compiuto 63 anni, ci dovrebbero essere interventi per allargare la platea delle attività usuranti e semplificarne l’accesso, per i lavoratori cosiddetti precoci che hanno cominciato a lavorare prima dei 18 anni e hanno maturato oltre 40 anni di contributi, possibilità di ricongiungere gratuitamente i contributi versati in diverse gestioni previdenziali.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016!

La cifra necessaria certamente supererà il miliardo e mezzo di euro che il Governo aveva inizialmente ipotizzato e potrebbe arrivare intorno ai 2 miliardi e 600 milioni. Il nodo resta l’equilibrio tra la maggiore flessibilità nei requisiti di accesso alla pensione e le risorse necessarie di cui si deve far carico il bilancio publico con la relativa copertura finanziaria contabilizzata attraverso stime realistiche della platea dei lavoratori che utilizzeranno i nuovi canali per poter uscire dal lavoro e anticipare la pensione. Sulla vicenda degli esodati, la categoria dei lavoratori più penalizzata dalla Legge Fornero, i dati diffusi dall’Inps, ieri, evidenziano che rispetto ai 172 mila previsti ne resteranno disponibili ancora circa 42.500. Questo dato da un lato costituisce una buona notizia, poiché restano buone risparmi per varare l’ottava e definitiva salvaguardia, dall’altro conferma che sulle platee dei lavoratori interessati le relative stime sono molto complesse, per cui i calcoli sul costo delle misure di maggiore flessibilità sarebbe sbagliato farli sull’intero numero dei lavoratori che potenzialmente vi potrebbero accedere.

L’Anticipo pensionistico scelto dal Governo per consentire la possibilità di andare in pensione tre anni prima rispetto agli attuali requisiti, attraverso l’erogazione del prestito, se il costo a carico del pensionando interessato risultasse troppo oneroso renderebbe poco allettante questa scelta, così come si sta verificando per il part-time agevolato introdotto con la Legge di Stabilità del 2016. Salvaguardare l’equilibrio dei conti previdenziali concedendo alcuni vantaggi ai lavoratori prossimi alla pensione è dunque la sfida che il Governo dovrebbe cercare di vincere.

I 10 borghi più belli e amati dagli italiani

I 10 borghi più belli e amati dagli italiani: ecco dove andare a Ferragosto 2016 e non solo

Calciomercato Roma entrate uscite

Calciomercato Roma news, entrate uscite: Borja Valero rimane il sogno, duello col Napoli per Diawara e Kums