in

Pensioni 2016 news oggi: pensione esodati e Opzione Donna a settembre, nella legge di Stabilità le altre misure

I tecnici del Governo che lavorano alla stesura della prossima Legge di Stabilità stanno definendo in grandi linee il progetto di manovra finanziaria che il Governo presenterà al Parlamento ala fine di settembre. Uno degli interventi principali dovrebbe riguardare le pensioni, a partire da un aumento dei trattamenti minimi con l’equiparazione della no tax area dei pensionati con i lavoratori dipendenti e l’estensione della platea degli interessati. Il provvedimento che riguarderà le pensioni potrebbe avere un totale di spesa di 5 miliardi e ricomprendere anche la flessibilità e la cancellazione delle ricongiunzioni onerose.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016!

Ancor prima della Legge di Stabilità il Governo dovrebbe dare il via libera all’approvazione dell’ottava salvaguardia per gli ultimi 32mila esodati attraverso il disegno di legge presentato dal presidente della Commissione Lavoro alla Camera,  Cesare Damiano, già incardinato in sede parlamentare. Il miliardo e 800 milioni di euro necessario per la salvaguardia è già coperto attraverso l’economia del fondo per gli esodati. In questo modo si chiuderebbe definitivamente la difficile e dolorosa vicenda di quei lavoratori che sono stati intrappolati dalla riforma Fornero rimanendo senza reddito e senza pensione.

Analoga operazione potrebbe essere fatta per le lavoratrici che aspettano la proroga di Opzione Donna, dopo il monitoraggio di settembre, attraverso il meccanismo del “contatore” che con ogni probabilità mostrerà che ci sono ancora le risorse disponibili. Il presidente Damiano sottolinea che si tratta di una vicenda: “Laterale al tavolo del Governo con i sindacati sulla previdenza. Quel che conta è non dirottare le risorse risparmiate su altro”.

Daniela Dessì morta, lirica in lutto: l’annuncio dato dal marito

Gomorra 2 La Serie, Genny e Ciro stregano gli Stati Uniti: “È un’oscura grandezza”