in

Pensioni 2016 news oggi: pensione precoci, Tommaso Nannicini invia una lettera “uguale per tutti” ai lavoratori

A distanza di due giorni dall’incontro tra i lavoratori precoci e Tommaso Nannicini, il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ha inoltrato a tutti i lavoratori interessati un suo resoconto sulle questioni oggetto del confronto. La missiva “uguale per tutti” i lavoratori ha suscitato reazioni diverse e discordanti tra i destinatari.

=> LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016

Ecco cosa scrive Nannicini: “L’11 luglio ho avuto il piacere di incontrare una rappresentanza dei “Lavoratori precoci uniti alla tutela dei propri diritti”. E’ stato un incontro che si è svolto in un clima molto positivo. Ma non solo. Quando si interviene per affrontare un problema il maggior rischio è non comprenderlo in tutte le sue implicazioni. Ascoltare le istanze della piccola delegazione (3 uomini e 2 donne con casi peraltro molto diversi tra loro) mi ha permesso di mettere a fuoco il problema con maggiore chiarezza. Ora il Governo, che rappresentavo in quella stanza, proverà ad affrontarlo al meglio nei limiti delle risorse disponibili.
Questo non significa che saremo in grado di realizzare tutte le vostre richieste. Non abbiamo la bacchetta magica e non amo fare promesse senza sapere di poterle mantenere.
Credo però che in tempi difficili dove la coperta è estremamente corta, il dovere della buona politica sia quello di sfruttare ogni centimetro di quella coperta. Ho intanto espresso alla delegazione (che rincontrerò il prossimo mese) quali saranno i prossimi passi e quali saranno gli elementi che affronteremo in prima battuta: un’elaborazione precisa di quanto costerebbe in termini di spesa pubblica la proposta “quota 41”; la fattibilità di un meccanismo moltiplicativo per periodi contributivi maturati prima della maggiore età in modo da favorire il pensionamento anticipato dei lavoratori precoci; una soluzione al problema delle ricongiunzioni onerose; la fattibilità di un rimborso anticipato di polizze vita o assicurazioni.
Altri temi sollevati, come i buchi contributivi legati a carriere discontinue o l’adeguamento degli automatismi legati alla speranza di vita a secondo del lavoro usurante svolto, verranno approfonditi perché non sono di semplice soluzione”.

Molti lavoratori precoci temono che ci sia una strategia del Governo di prendere tempo e rinviare il momento in cui si dovranno prendere le decisioni. Ciò che viene sottolineato dai più è che i costi della Quota 41 sarebbero noti da tempo, in quanto elaborati per quantificare le proposte contenute nel ddl 857, di cui fa parte anche la Quota 41. Altri lavoratori invece apprezzano il tentativo di Nanncini di adoperarsi per trovare delle soluzioni e di renderne conto agli interlocutori, programmando, tra l’altro, futuri incontri .

Mauro Icardi Napoli

Wanda Nara incinta: presto il secondo figlio con Mauro Icardi

robot ruberanno il lavoro

I robot ruberanno il lavoro agli esseri umani?