in

Pensioni 2016 news oggi: pensioni precoci Cesare Damiano insiste per allargare la platea

Il presidente della Commissione Lavoro alla Camera, Cesare Damiano, è tornato a parlare delle misure in materia previdenziale che saranno inserite nella legge di Stabilità, sottolineando le criticità del verbale siglato da Governo e sindacati e in particolare i punti che riguardano la definizione della platea dei lavoratori precoci: “Fra tutte, la definizione della platea dei lavori “gravosi” che servirà a stabilire chi potrà accedere all’Ape social e alla normativa agevolata (con 41 anni di contributi) dei lavoratori precoci”.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016!

L’esponente dem evidenzia che accanto al buon risultato della definitiva cancellazione delle penalizzazioni per coloro che andranno in pensione prima dei 62 anni, sarà molto importante la definizione della platea dei beneficiari della possibilità di andare in pensione con 41 anni di contributi: “é positivo che vengano cancellate per sempre le penalizzazioni a tutti coloro che che andranno in pensione prima dei 62 anni (una decurtazione che poteva arrivare al 6% dell’assegno per chi esce a 58 anni); sarebbe negativo se la platea che accede ai 41 anni di contributi non fosse significativa”.

Per quanto riguarda la misura principale dell pacchetto previdenza, cioè l’Anticipo pensionistico per i lavoratori che hanno compiuto 63 anni di età continuano a susseguirsi le ipotesi sulla percentuale della decurtazione che non potranno usufruire dell’Ape social. Secondo quanto riportato dal sito Quotidiano Nazionale che ha avuto modo di accedere alla bozza del testo dell’Anticipo pensionistico, il costo a carico dei lavoratori che opteranno per l’Ape “dovrebbe oscillare tra il 3 e il 4 per cento” e pare ci sarà anche la possibilità di detrarlo in parte dalle imposte: “A fronte degli interessi sul finanziamento e dei premi sul finanziamento e dei premi assicurativi per la copertura del rischio di premorienza, è riconosciuto un credito di imposta annuo nella misura del 50% dell’importo pari a un ventesimo degli interessi e dei premi assicurativi complessivamente pattuiti”.

Seguici sul nostro canale Telegram

sisma 24 agosto approvato decreto legge

Decreto legge terremoto approvato, Matteo Renzi: “Non vi lasceremo soli”

X Factor 2016, The Hangovers: “Avremmo preferito Manuel Agnelli, ecco chi siamo” [INTERVISTA]