in

Pensioni 2016 news oggi: pensioni precoci, dall’incontro tra Governo e lavoratori molte novità e qualche spiraglio

L’incontro tra la delegazione dei lavoratori precoci e i tecnici del Governo di Matteo Renzi, sotto la regia del sottosegretario Tommaso Nannicini si è concluso nel tardo pomeriggio. Come annunciato sulla bacheca Facebook “Lavoratori precoci uniti a tutela dei propri diritti” dall’’incontro sono uscite “tante e complesse notizie” così che la delegazione si è dovuta riunire di nuovo per fare il punto prima di comunicare su Facebook le loro valutazioni.

=> LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016

Dopo circa tre ore Roberto Occhiodoro, uno dei delegati del gruppo dei precoci ha postato uno scritto in cui mette ordine e fa sintesi di quanto discusso al Ministero: “1) ABBIAMO DETTO CHE PER NOI QUOTA 41 PER TUTTI E’ LA NOSTRA STELLA POLARE. Ne hanno preso atto e si sono detti disponibili a farla PREZZARE dalla Ragioneria Generale dello Stato.
2)Per quanto riguarda l’APE ci è stato riconfermato che NON INTERESSA LA QUOTA 41 e ci hanno anche spiegato il meccanismo: per i disoccupati e le altre categorie SVANTAGGIATE il prestito se lo accollerebbe per il 99,5% lo Stato; per quanto riguarda le aziende che intendono ristrutturare il prestito sarebbe a carico delle aziende stesse; per i lavoratori che decidono di uscire dal mondo del lavoro prima della scadenza questi si accollerebbero il prestito ed eventuale penalizzazione.
3) ASPETTATIVA DI VITA: si può studiare una soluzione che porti da 2 a 5 anni le variazioni con un aggravio massimo di 3 mesi ogni 5 anni appunto
 .
4) RICONGIUNZIONI ONEROSE: stanno già studiando come eliminare l’onerosità perché anche loro giudicano SBAGLIATO il pagamento supplementare che talvolta tocca anche centinaia di migliaia di Euro.
5) CONTRIBUTO DI SOLIDARIETA’: sono disponibili a chiedere tale contributo a chi ha redditi superiori ai 100.000 Euro e quindi non solo sulle cosiddette PENSIONI D’ORO.
6) Stanno studiando un modo per permettere ai titolari di assicurazioni pensionistiche di poterle riscattare fino a 3 anni prima della scadenza e quindi della pensione.
7) Per quanto riguarda i buchi contributivi dei 41 si sono detti disponibili a trovare una soluzione ( tipo contributi figurativi o una sanatoria) anche se hanno aggiunto che non sarà facilissimo”.

Alla fine lo stesso Occhiodoro ha riferito che Nannicini ha chiesto loro di rendersi disponibili per un nuovo incontro da convocare all’inizio del mese di agosto, dove saranno verificati i conti che la Ragioneria Generale dello Stato farà per vedere quanto costa la Quota 41: “Ci hanno chiesto la nostra disponibilità ad un nuovo incontro da tenere ai primi di agosto per verificare i risultati ottenuti dalla Ragioneria Generale dello Stato, disponibilità accordata. Sono inoltre d’accordo che SI DEVE FARE TUTTO ENTRO LA FINE DI SETTEMBRE.
Scusate la estrema sintesi ma vi assicuro che tradurre dal ” politichese” ( anche se stavolta è stato usato poco a dire la verità) non è mai semplice. Se sfogliando gli appunti presi dovesse venire fuori qualcosa d’altro ve ne daremo immediatamente conto”.

lavoro l'oreal

Conferenza stampa Realtà e prospettive della bellezza professionale in Italia: l’Oréal punta sull’innovazione in salone con la tecnologia di Samsung

Temptation Island 11 luglio facebook

Programmi Tv stasera 12 Luglio: Criminal Minds Beyond Borders e Temptation Island