in

Pensioni 2016 news oggi: precoci e Quota 41 per tutti, si scende in piazza tra appelli e rabbia

La riforma delle pensioni continua a infiammare gli animi, ancora di più alla luce delle decisioni comunicate il 28 settembre al termine dell’incontro tra Governo e sindacati. Sì alla Quota 41, ma solo per i precoci in difficoltà: una scelta che però non ha incontrato il favore della platea dei lavoratori precoci, da molti mesi impegnati in una strenua lotta per l’approvazione della Quota 41, “senza se e senza ma”, per tutti.

Il Governo si è impegnato a stanziare a 6 miliardi per i prossimi tre anni sul “pacchetto” previdenza, precisando però che l’uscita anticipata a 41 anni di contributi sarà concessa ai precoci (ovvero ai lavoratori che hanno maturato almeno 12 mesi di contributi prima del compimento dei 19 anni) che appartengono alle categorie in difficoltà, ovvero disoccupati senza ammortizzatori sociali, disabili e chi ha svolto mansioni gravose.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016!

Mentre proseguono i lavori per la definizione delle platee di precoci e usuranti, e si rincorrono le ipotesi sui nodi irrisolti che riguardano l’anticipo pensionistico, non è tardato a farsi sentire il malcontento dei precoci, che si espresso nelle ultime ore in appelli accorati: uno dei membri del gruppo Facebook “Lavoratori precoci uniti a tutela dei propri diritti” è tornato a scrivere al Sottosegretario Tommaso Nannicini, che ha sempre rappresentato un interlocutore per il gruppo, e ai rappresentanti delle sigle sindacali Cgil, Cisl e Uil, lamentando la discriminazione che la scelta attuerebbe all’interno della stessa categoria.

Intanto i membri del gruppo si stanno organizzando per scendere nuovamente in piazza: il gruppo manifesterà a Roma, di fronte a Piazza Montecitorio, il 18 ottobre dalle ore 10 alle 14. Per il momento, non è dato sapere altri dettagli, ma non mancheremo di tenervi aggiornati.

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

caprotti figli esselunga

Bernardo Caprotti, la causa contro i figli e l’impero Esselunga: l’imprenditore che portò i supermercati in Italia

Diretta Sassuolo Bologna

Bologna – Genoa probabili formazioni e ultime notizie 7a Giornata Serie A: dubbio Torosidis per Donadoni