in

Pensioni 2016 news oggi: precoci per la quota 41, la lettera disperata di un lavoratore invalido a Damiano e Nannicini

I lavoratori precoci continuano a dare battaglia, ancora di più dopo essere venuti a conoscenza dei provvedimenti relativi al pacchetto “previdenza” che con ogni probabilità rientreranno nella Legge di Stabilità. Secondo quanto anticipato dal Governo, infatti, solo alcune categorie di precoci potranno accedere alla quota 41 e conseguentemente al pensionamento anticipato, ovvero disoccupati di lungo corso, lavoratori invalidi al 74% (o che assistono parenti di 1° grado di invalidi), infine addetti ad alcune mansioni gravose (qui trovate gli ultimi aggiornamenti). In tutti i casi si parla di lavoratori che hanno versato almeno 12 mesi di contributi prima del compimento del diciannovesimo anno di età.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016!

Proprio nella ultime ore è stata pubblicata sulla pagina Facebook del gruppo “Lavoratori precoci uniti a tutela dei propri diritti” una lettera accorata indirizzata all’on. Cesare Damiano, Presidente della Commissione Lavoro alla Camera e all’on. Tommaso Nannicini, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri. L’autore della lettera è F.S.., un lavoratore precoce invalido al 60% in attesa di un terzo intervento al cuore e a cui recentemente sono state diagnosticate altre patologie. Il signore ha due genitori, entrambi invalidi (di cui uno al 100%), con i quali non condivide la residenza; non può quindi accedere alla quota 41 in quanto non gli è stata riconosciuta “la percentuale” di invalidità necessaria (fissata al 74%), né può rientrarvi, pur avendo parenti di primo grado invalidi, perché non condivide la residenza con i suoi genitori. Questa la sua richiesta: “Mi hanno riconosciuto un’invalidità al 60% (…). Non sarebbe il caso che ABBASSIATE il LIMITE dell’INVALIDITA’ a un punteggio più giusto, così noi potremmo curarci in santa pace, curare i nostri cari e non stare in MALATTIA a carico dell’INPS gli ultimi anni?”. Un appello disperato che pone molti interrogativi e che, ci auguriamo, non rimanga inascoltato.

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

IVA AUMENTO NEL 2018

Iva aumento, manovra: nel 2018 potrebbe salire fino al 25%, i dettagli

Coppa Davis 2016 Italia-Argentina risultati

Tennis Coppa Davis 2016 programma 28 ottobre: ora diretta tv, streaming gratis