in

Pensioni 2016 news oggi: Quota 41, Anticipo pensionistico e lotta alla povertà, incontri e prospettive

La prossima settimana potrebbe essere molto importante sul tema della riforma delle pensioni da inserire nella prossima Legge di Stabilità. Il sottosegretario Tommaso Nannicini, che coordina il gruppo di lavoro sulle pensioni insediato a Palazzo Chigi, riceverà una delegazione dei lavoratori precoci che chiedono di poter andare in pensione avendo maturato 41 anni di contributi senza limiti di età né penalizzazioni. La richiesta di questa categoria di lavoratori è sostenuta sia dal presidente della Commissione Lavoro alla Camera, Cesare Damiano, che dalle organizzazioni sindacali.

=> LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016

Certamente ci saranno incontri tecnici informali per avvicinare le posizioni di Governo, maggioranza parlamentare che lo sostiene e parti sociali, sul progetto di Anticipo pensionistico per i lavoratori che hanno raggiunto i 63 anni di età, in particolare sui nodi del costo del prestito pensionistico, della garanzia assicurativa e dei requisiti fissati dalla legge Fornero. Il referendum costituzionale previsto per il prossimo mese di ottobre sarà una prova decisiva per la sorte del Governo e dello stesso premier Matteo Renzi, perciò il leader del Pd deve compattare il suo partito e la maggioranza di Governo e un’apertura su un tema molto sensibile come quello delle pensioni, sarebbe certamente di grande aiuto. In questo caso aumenterebbero le probabilità di novità importanti su maggiore flessibilità, Quota 41, ricongiunzione contributiva non più onerosa, allargamento della platea dei lavori usuranti e aumento delle pensioni minime.

Il Governo su provvedimenti come l’abolizione della tassa sulla prima casa ha dimostrato di poter superare le difficoltà, di far quadrare i conti e di reperire le risorse necessarie, perciò sulle pensioni sarà decisiva la determinazione politica del premier Matteo Renzi in primis. Molto importante è il provvedimento sul piano di contrasto alla povertà sul Fondo Indigenza, con la revisione delle prestazioni assistenziali ed entro questo mese dovrebbero essere definite le misure su assegno sociale, prestazioni assistenziali, quattordicesime, aumenti dei trattamenti minimi, asdi. È probabile che si arrivi a una forma di sostegno al reddito con un assegno di 448 euro al mese per i soggetti disagiati che partecipano a progetti di lavoro.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Donna violentata Varese

Varese, violenta e picchia la ex: uomo di 35 anni arrestato

Corto Maltese primo fumetto

Corto Maltese: il 10 luglio 1967 usciva il primo numero del fumetto di Hugo Pratt