in

Pensioni 2017 news: Ape, precoci e donne, decreti entro marzo 2017, avviata la fase 2 della riforma

Pensioni 2017 news: Ape e Quota 41 decreti entro marzo 2017

Il primo incontro al Ministero del lavoro tra il ministro Giuliano Poletti, il consigliere economico di Palazzo Chigi, Marco Leonardi, che segue il dossier pensioni e i sindacati confederali Cgil, Cisl, Uil e dei pensionati Spi, Fnp e Uilp ha avuto come oggetto l’attuazione delle misure contenute nella legge di Bilancio 2017. I rappresentanti del Governo hanno assicurato che i decreti attuativi relativi ai provvedimenti previsti nella legge di Bilancio saranno adottati entro i termini stabiliti dalla legge, ovvero il 2 marzo 2017.

Pensioni 2017 news: Ape e precoci e donne decreti entro marzo 2017

In una nota in cui viene fatto il resoconto dell’incontro la Uil ha puntualizzato che: “Il primo appuntamento, fissato il 1 marzo sarà dedicato ai decreti attuativi sull’Ape volontaria e l’Ape sociale e alle misure per i lavoratori precoci“. Fonti governative rivelano che i decreti saranno effettivamente adottati solo successivamente a tale incontro tecnico, verosimilmente durante la metà del mese di marzo, in modo da rispettare la data prevista del 1° maggio 2017 per la concreta operatività delle misure previdenziali contenute nella manovra economica. I sindacati hanno chiesto di affrontare alcune criticità della riforma, come la definizione delle platee interessate all’Ape sociale, le conseguenze dell’applicazione del criterio della speranza di vita e la questione dei lavoratori con carriere miste. Inoltre è stata sottolineata la problematica dei lavoratori edili che rischiano di restare esclusi da ogni tipo di tutela poiché larga parte di loro non riesce a dimostrare la continuità lavorativa negli ultimi sei anni prima di accedere all’Ape sociale e alla Quota 41.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2017!

Pensioni 2017 news: proroga Opzione Donna e aspettativa di vita il confronto nei prossimi incontri Governo-sindacati

Durante il confronto sono stati programmati altri due incontri tecnici in cui si affronterà la problematica della pensione ai giovani, la pensione delle donne e la questione dell’aspettativa di vita. Mentre l’ultimo incontro verterà sulle politiche attive del lavoro e sugli ammortizzatori sociali. Le date orientativamente dovrebbero essere il 9 e il 23 marzo, ma sono suscettibili di modifica, come precisato dallo stesso Poletti. Infine è stata formalmente avviata la seconda fase la del confronto sulla riforma delle pensioni secondo l’intesa che era stata sottoscritta il 28 settembre scorso. Il ministro Poletti ha infatti spiegato nella conferenza stampa al termine dell’incontro: “Il metodo che ha portato al verbale di intesa siglato dal ministro del Lavoro e da Cgil, Cisl e Uil sulle pensioni è sempre valido e proseguirà. Su questo il confronto è stato calendarizzato il prossimo 23 marzo”. Le parti hanno quindi concordato: “un piano di lavoro condiviso per affrontare le problematicità”. La Cgil continua a sostenere che il sistema va adeguato alla speranza di vita, ma tenendo conto della tipologia di lavoro svolto ed è necessaria una maggiore flessibilità per garantire un assegno pensionistico anche ai giovani a cui deve essere data la possibilità di entrare nel mondo del lavoro. La strada che si sta cominciando a delineare è quella una “Pensione contributiva di garanzia”, cioè una quota minima a cui poter aggiungere il trattamento maturato con i contributi versati. Susanna Camusso, leader della Cgil infine ha insistito per un intervento sulla previdenza complementare che fa agevolata attraverso misure di detassazione e una maggiore informazione attraverso un semestre di silenzio assenso per aderirvi, come avvenuto nel 2007, concentrando i fondi ed equiparando il trattamento fiscale tra lavoratori privati e della pubblica amministrazione.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Uber Italia

Diventare autista Uber o tassista? Requisiti, licenza e guadagni, ecco le differenze

Trainspotting 2 Trailer: trama e cast del sequel di Trainspotting