in

Pensioni 2017 news: Ape, Quota 41 ultimi dettagli e tutte le novità della Fase 2 della riforma

Pensioni 2017 news: Ape, Quota 41 e Fase 2 della riforma

Nella giornata di domani si svolgerà un nuovo tavolo di confronto tra il Governo e i sindacati sull’attuazione di quanto già approvato nella legge di Bilancio 2017 in materia previdenziale e sulle altre misure contenute nel verbale congiunto adottato il 28 settembre scorso. Nella nuova fase che riguarderà le modifiche alla legge Fornero, Governo e sindacati hanno, in precedenza, concordato di adottare nel corso del 2017, un intervento di revisione del meccanismo del sistema contributivo che riguarda i lavoratori assunti dopo il 1995 che avranno la loro pensione interamente calcolata con questo sistema meno remunerativo. Allo studio dei tecnici del Governo ci sono alcune ipotesi come la riduzione del cuneo contributivo da far diventare strutturale per i contratti di lavoro stabile dopo il periodo degli incentivi, l’attuazione di una pensione contributiva di garanzia collegata agli anni di contributi e all’età di uscita dal lavoro che possa garantire minimi dignitosi alle pensioni medio basse, misure sulla previdenza complementare per incentivarne le adesioni, in particolare nel settore pubblico, favorendo gli investimenti dei fondi pensione ed equiparando la fiscalità della previdenza complementare del pubblico impiego a quella del settore privato.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2017!

Pensioni 2017 news: Ape, Quota 41 e maggiore flessibilità nella Fase 2

L’altra modifica dovrebbe riguardare il meccanismo di perequazione dei trattamenti pensionistici, poiché dal 2019 si dovrebbe tornare a un sistema collegato agli “scaglioni di importo”, tramite soglie di indicizzazione più favorevoli per gli assegni di maggiore importo. Il Governo si è impegnato anche a trovare il modo come adottare un diverso indice per la rivalutazione delle pensioni più adeguato alla composizione dei consumi dei pensionati e a recuperare parte della indicizzazione perduta allo scopo di una rivalutazione una tantum del montante previdenziale del 2019. Per quanto riguarda la questione dell’uscita dal lavoro verso il pensionamento, genericamente è stato previsto un intervento per adeguare il sistema previdenziale con una maggiore flessibilità, anche attraverso la rivisitazione del livello minimo dell’importo, attualmente 2,8 volte l’assegno sociale, che consente di accedere al pensionamento anticipato, dando maggior valore e tutela al lavoro di cura ai fini pensionistici e modificando gli adeguamenti automatici alla speranza di vita in cui si tenga conto della diversità dei lavori svolti. Nel confronto di domani si discuteranno anche gli ultimi dettagli non definiti dei decreti attuativi delle misure dell’Ape e della Quota 41 per i lavoratori precoci.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2017!

Pensioni 2017 news: Ape e Quota 41 ultimi dettagli, al via nuovi strumenti nella Fase 2 della riforma

I sindacati chiedono al Governo una maggiore attenzione per i lavoratori più giovani costretti a carriere lavorative discontinue che risulteranno maggiormente penalizzati dal sistema contributivo. La proposta è quella di una pensione garantita attraverso un’integrazione del trattamento minimo. La Uil ritiene che sia necessario introdurre un bonus di contribuzione figurativa. Inoltre viene chiesto di arrivare alla definitiva separazione tra la spesa previdenziale e quella assistenziale, un deciso intervento di rilancio della previdenza complementare attraverso un’incentivazione fiscale e la cancellazione dell’adeguamento automatico dell’aspettativa di vita indifferenziato tenendo in considerazione i diversi pesi tra le tipologie di lavoro. La Uil chiede che sulla previdenza complementare venga valorizzato il risparmio gestito dai fondi pensione negoziali: “riconoscendone la finalità sociale anche sul piano fiscale, riportando all’11 per cento l’imposta sostitutiva innalzata al 20 per cento per una malintesa idea di equiparazione alle rendite finanziarie”

Seguici sul nostro canale Telegram

Londra attacco Parlamento

Londra attacco al Parlamento ultime notizie: chi è l’assalitore

WhatsApp chat web pc news nuovi fattori di sicurezza per smartphone Android e iOS

Aggiornamento WhatsApp, non solo Stati anche fotocamera e 3D Touch tra le funzionalità implementate