in

Pensioni 2017 news: Ape social amaro per gravosi e autonomi, Ape volontario pronto

Pensioni 2017 news: Ape social amaro per gravosi e autonomi, Ape volontario pronto

Mentre continua ad aumentare il numero delle domande da parte dei lavoratori che vogliono accedere alla pensione anticipata usufruendo dell’Ape social e della Quota 41, in vita del termine di scadenza, fissato per il 15 luglio, non si possono non registrare i casi dei lavoratori che si ritrovano nella situazione di non poter presentare l’istanza di accertamento dei requisiti per accedere alle due misure. Infatti nel caso dei lavoratori addetti a mansioni gravose, è necessario presentare una dichiarazione del datore di lavoro, ma se l’azienda è fallita il lavoratore come può ottenere i documenti? Inoltre a essere penalizzati non solo i lavoratori del settore edile, ma anche i lavoratori autonomi e gli artigiani, per questi lavoratori è infatti preclusa la possibilità di accedere all’Anticipo pensionistico social, determinando una forte discriminazione tra i lavoratori.

Pensioni 2017 news: Ape social amaro per gravosi e autonomi, Ape volontario pronto

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2017!

L’Anticipo pensionistico agevolato non si rivolge a tutti i lavoratori rimasti senza lavoro. I requisiti richiesti dalla relativa normativa sono: avere compiuto 63 anni di età e avere versato 30 anni di contributi effettivi. Per la pensione anticipata con la Quota 41 invece, avere versato 41 anni di contributi, 12 mesi dei quali, prima del compimento del 19esimo anno di età. Oltre a questi requisiti generali occorre che i soggetti interessati a presentare la domanda per l’uscita anticipata, rientrino in alcune categorie di disoccupati: essere rimasti senza lavoro a causa di licenziamento, o in seguito a conciliazione obbligatoria, dimissioni per giusta causa o risoluzione consensuale.

Pensioni 2017 news: Ape social amaro per gravosi e autonomi, Ape volontario pronto

Tuttavia, mentre i lavoratori fanno i conti con le storture di quest’ultima riforma delle pensioni, l’ex premier Matteo Renzi su Facebook ha risposto au contribuente che ha chiesto aggiornamenti sul decreto attuativo dell’altra attesa misura previdenziale, l’Ape volontario. Renzi ha spiegato: “È questione di qualche giorno, spero. Palazzo Chigi lo ha trasmesso agli uffici competenti, mi risulta. Questione davvero di poco. E l’anticipo pensionistico volontario funzionerà, con buona pace di chi ha solo criticato”. Dunque l’ex premier ha anticipato che il decreto è finalmente pronto e a breve i lavoratori ne dovrebbero poter usufruire.

 

Foto in apertura pixabay.com stevepb

Seguici sul nostro canale Telegram

Anonymus: “La Nasa sta per annunciare l’esistenza degli alieni”

Cancellare i ricordi dolorosi e possibile, ecco cosa dice uno studio scientifico

Cervello: cancellare i ricordi dolorosi è possibile? La risposta in uno studio scientifico