in

Pensioni 2017 news: Ape social, donne e disoccupati, tutte le novità della legge di Bilancio

Pensioni 2017 news: Ape social, donne e disoccupati, tutte le novità della legge di Bilancio 2018

Seppure in misura molto limitata, nella legge di Bilancio 2018 presentata dal Governo lo scorso 16 ottobre, sono state inserite alcune misure di riforma delle pensioni. La prima modifica riguarda i requisiti di accesso all’Ape sociale, infatti nell’elenco dei lavoratori rimasti disoccupati che hanno diritto all’Ape sociale sono stati ammessi anche coloro che hanno perso il lavoro a causa della scadenza di un contratto a termine, ma limitatamente a quei lavoratori che hanno avuto periodi di lavoro dipendente continuativo per almeno 18 mesi, nei 3 anni che hanno preceduto l’interruzione del rapporto di lavoro. Mentre finora la legge di Bilancio del 2017 comprendeva solo i lavoratori licenziati per giusta causa o quelli dimissionari. Comunque rimane il fatto che il lavoratore rimasto disoccupato deve avere esaurito da almeno 3 mesi il periodo di godimento degli ammortizzatori sociali o di altri sussidi di disoccupazione. Anche se su quest’ultimo requisito ci sono difficoltà d’interpretazione.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2017!

Pensioni 2017 news: Ape social, donne e disoccupati, tutte le novità della legge di Bilancio 2018

L’altra misura riguarda l’Ape sociale per le donne lavoratrici con figli, alle quali è stato concesso uno sconto di sei mesi per figlio fino a un massimo di due anni, cosi che potranno accedere al beneficio anche con una soglia contributiva leggermente inferiore ai 30 di contributi previsti o ai 36 nel caso di mansioni usuranti. La soglia contributiva si abbasserebbe in relazione al numero dei figli. Quindi una lavoratrice con 4 figli può accedere all’Ape sociale con 28 anni di contribuzione se rientra in una delle categorie per le quali è previsto un monte contributivo di 30 anni: disoccupati, portatori di handicap e caregiver; o 34 anni se impegnata in mansioni gravose. Le novità introdotte dalla nuova legge di Bilancio si applicheranno a partire dal 2018, non avranno effetto retroattivo, per cui i lavoratori che matureranno i requisiti nell’anno 2018 dovranno presentare le domande entro il 30 marzo dello stesso anno. È bene ricordare inoltre che si tratta di misure sperimentali che scadranno alla fine dell’anno 2018.

Pensioni 2017 news: Ape social, donne e disoccupati, tutte le novità della legge di Bilancio 2018

L’altra novità introdotta dalla manovra economica per il capitolo pensioni, riguarda la RITA, ovvero la Rendita Integrativa Temporanea Anticipata, già prevista dalla legge di Bilancio 2017. Occorre sottolineare che la misura passa dalla forma sperimentale a quella strutturale e diviene “Più semplice”. In proposito si aspetta di conoscere i dettagli, ma verosimilmente dovrebbero essere previsti requisiti diversi da quelli necessari per l’accesso all’Ape, consentendo l’accesso alla rendita anticipata anche se al lavoratore occorrono più di tre e sette mesi per il raggiungimento della pensione. La Rita consente di utilizzare come rendita il capitale versato ai fondi di previdenza complementare. Quindi attualmente ne possono usufruire quei lavoratori che abbiano compiuto 63 anni di età e che abbiano già aderito alla previdenza complementare e potrebbero ricevere in anticipo una parte della pensione integrativa che andrebbe a compensare i costi dell’Ape, riducendo il prestito pensionistico bancario. Con il nuovo intervento del Governo si punterebbe ad allargare la platea dei beneficiari della Rita, trasformandolo in un ammortizzatore sociale che lo stesso lavoratore si è finanziato durante la carriera lavorativa e che gli permette di avere una rendita nel caso in cui rimanga disoccupato a pochi anni dalla pensione.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Split facebook

Programmi tv 19 ottobre 2017: Provaci ancora Prof!7, Un’ottima annata, Europa League Atalanta-Apollon e Split

centro italia scossa magnitudo 3.3

Terremoto oggi in centro Italia e Sicilia: scosse magnitudo 3.3 e 2.5 all’alba