in

Pensioni 2017 news: Ape social e pensione anticipata, raccolta firme per nuove norme

Pensioni 2017 news: Ape social e pensione anticipata, raccolta firme per nuove norme

Il sindacato si batte accanto ai lavoratori che chiedono maggiori tutele sia per quanto riguarda l’accesso alla pensione che per il sostegno alla genitorialità e all’occupazione delle donne. I segretari generali della Uil, Carmelo Barbagallo e della UILA-UIL, Stefano Mantegazza, hanno depositato presso gli uffici della Corte di Cassazione la richiesta per avviare una raccolta firme relativamente a due proposte di legge che hanno ad oggetto pensioni, welfare e sostegno alla genitorialità e all’occupazione femminile. Con la prima proposta si vorrebbe modificare la Naspi, in particolare la previsione della riduzione temporale dell’assegno di disoccupazione, un tetto alla possibilità di versare contributi figurativi e inoltre si pone l’obiettivo di ampliare l’Ape social a quei lavoratori rimasti esclusi dai requisiti per ottenere la misura nel 2017.

Pensioni 2017 news: Ape social e pensione anticipata, raccolta firme per nuove norme

I due segretari si propongono di avviare, così, la proposta di due leggi popolari. I destinatari della legge che riguarda la previdenza sono principalmente pescatori e agricoltori, infatti queste due categorie sono state impossibilitate ad accedere all’Ape social per quest’anno. La seconda proposta di legge è riguarda il sostegno alla genitorialità e all’occupazione delle donne e all’armonizzazione del lavoro con i tempi di vita delle madri e dei padri. Gli esponenti sindacali si propongono di raggiungere 50 mila firme per ogni proposta di legge, condizione necessaria per poter presentare i due disegni di legge in Parlamento.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2017!

Pensioni 2017 news: Ape social e pensione anticipata, raccolta firme per nuove norme

Le proposte della Uil vanno a inserirsi nella discussione dei correttivi da inserire per modificare la legge Fornero, fase che si concluderà a ottobre, con la presentazione al Parlamento della Legge di Bilancio. Il confronto verte sulla pensione di garanzia ai giovani, il riconoscimento del lavoro di cura ai fini pensionistici e agevolazioni per facilitare la previdenza complementare, proposte condizionate dalle disponibilità economiche in Bilancio. durante il prossimo incontro tra Governo e sindacati i dati raccolti dall’Inps sull’Ape social permetteranno di valutare l’introduzione di provvedimenti di ampliamento della platea che ha usufruito della misura agevolata, in favore dei lavoratori disoccupati in seguito a licenziamento, che non abbiano beneficiato della Naspi per scadenza dei termini o per mancanza dei requisiti. Nelle settimane scorse ci sono state delle aperture da parte del Governo, almeno ad alcuni dei correttivi proposti. La Uil con le altre sigle sindacali premono infine per il blocco dell’adeguamento automatico dell’età pensionabile all’aspettativa di vita. A partire dal 2019 l’età pensionabile, con l’attuale normativa, balzerebbe a 67 anni di età e l’anzianità contributiva per la pensione anticipata a 43 anni e 3 mesi per gli uomini, 42 anni e mesi per le donne, per effetto dell’applicazione del meccanismo dell’adeguamento dell’aspettativa di vita.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

chikungunya ultime news

Chikungunya ultime news: 11 nuovi casi accertati nel Lazio, 4 a Roma

Bonus Cultura 2017 99: come richiederlo, come funziona e cosa comprare?