in

Pensioni 2017 news: Ape social e Quota 41, la Commissione Lavoro propone emendamenti

Pensioni 2017 news: Ape social e Quota 41, la Commissione Lavoro propone emendamenti

La Commissione Lavoro della Camera ha concesso il proprio parere favorevole alla manovra correttiva varata dal Governo e sulle due misure previdenziali che riguardano l’Ape sociale per una parte dei lavoratori ultra sessantatreenni bisognosi di specifiche tutele e della quota 41 per una parte della platea dei lavoratori precoci anch’essi con particolari tutele, ha chiesto al Governo di apportare alcune migliorie per allargare le due platee dei potenziali beneficiari. La Commissione presieduta da Cesare Damiano ritiene che debbano essere tutelati: i lavoratori rimasti disoccupati per licenziamento che non possono usufruire di nessuna forma di disoccupazione, poiché non in possesso degli indispensabili requisiti e gli operai agricoli che si trovano senza lavoro da almeno tre mesi. Per quanto riguarda i sei anni di attività lavorativa svolti ininterrottamente in mansioni considerate gravose è stata richiesta l’ampliamento della franchigia da 12 a 24 mesi e la riduzione da 36 a 30 anni l’anzianità contributiva necessaria per il conseguimento dell’Ape sociale da parte dei lavoratori del settore dell’edilizia e della manutenzione degli edifici, per i conduttori di gru o di macchinari mobili per la perforazione.

Pensioni 2017 news: Ape social e Quota 41, la Commissione Lavoro propone di ampliare le platee

La stessa Commissione valuta che queste limitate modifiche dovrebbero essere approvate sotto forma di emendamenti durante il percorso parlamentare di conversione del Decreto legge 50/2017 con cui è stata adottata la manovra correttiva. Il presidente della stessa Commissione, Cesare Damiano, con riferimento ai due decreti attuativi riguardanti l’Ape sociale e la Quota 41 per i precoci ha dichiarato che: “Sull’Ape sociale il ministro Poletti ci ha annunciato che siamo ‘all’ultima curva’. Ce lo auguriamo di cuore, anche perché siamo in forte ritardo e cresce la preoccupazione tra i lavoratori che aspettano di andare in pensione e che sono rimasti senza reddito. Come si sa, per ‘uscire’ illesi da una curva quando si è in auto, occorre accelerare per non ‘uscire’ di pista”.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2017!

Pensioni 2017 news: Ape social e Quota 41, la Commissione Lavoro propone di ampliare le platee

Lo stesso ex Ministro del Lavoro apprezzando che nell’elenco dei lavoratori gravosi siano state inserite categorie di lavoratori impegnate in mansioni che li sottopongo a notevole stress come: operai dell’edilizia, maestre d’asilo e di scuola materna, infermieri, macchinisti delle ferrovie e i camionisti, così che potranno avere accesso sia all’Ape agevolata che al pensionamento anticipato con 41 anni di contributi nel caso in cui abbiano maturato 12 mesi di contributi prima del 19esimo anno di età, esprime l’auspicio che: “Per quanto riguarda l’Ape volontaria, siamo appena all’inizio nell’attuazione del Decreto. Ogni ritardo nella applicazione delle normative blocca nel posto di lavoro migliaia di persone e rallenta il ricambio occupazionale a svantaggio dei giovani. Dobbiamo recuperare il tempo perduto”. “Infine, ci fa invece piacere che Poletti abbia annunciato che occorra trovare soluzioni più eque per l’edilizia. La norma della ‘continuità lavorativa’ richiesta per andare in pensione, fa a pugni con un settore caratterizzato da attività discontinue come quello delle costruzioni. È giusto pensare di migliorare la legge. Va fatto rapidamente. Purtroppo, molto raramente, un operaio edile a 63/65 anni matura 36 anni di contributi, in quanto, mediamente, lavora alcuni mesi l’anno, e anche per il suo contratto di lavoro, che molte volte inizia con l’avvio del cantiere e termina con la conclusione dello stesso. Altrettanto impossibile risulta avere sei anni di lavoro continuativo sia per le ragioni sopra esposte, sia per tutto quanto è legato alla grave crisi che ha colpito il settore negli ultimi anni”.

biennale venezia 2017

Biennale Venezia 2017 biglietti, date e info: al via la 57esima edizione dal tema “Viva Arte Viva”

Francesco Schettino Riesame respinge ricorso Procura Grosseto

Concordia, Processo Francesco Schettino sentenza Cassazione: confermata la condanna a 16 anni