in

Pensioni 2017 news: cumulo gratuito per la Quota 41? Si spera nei decreti attuativi

Pensioni 2017 news: cumulo gratuito per la Quota 41

Il Ministero del Lavoro di concerto con l’Inps, nei prossimi giorni, dovrà chiarire alcuni problemi interpretativi per poter applicare al meglio il meccansimo del cumulo gratuito dei periodi contributivi obbligatori versati in gestioni separate. Come ormai risaputo tra le misure previdenziali, approvate con la legge di Stabilità 2017, per agevolare la possibilità di andare in pensione in anticipo c’è stato il cumulo gratuito dei diversi periodi contributivi versati in più casse previdenziali obbligatorie, comprendendo anche la gestione separata dell’Inps e le Casse professionali. L’unica condizione posta ai lavoratori è quello di non essere titolari di un trattamento pensionistico diretto da una delle casse rientranti nel cumulo. Cioè di non essere già in pensione.

Pensioni 2017 news: cumulo gratuito e pensioni anticipate

La misura del cumulo gratuito per i lavoratori si rivela tra le più interessanti in quanto permette di valorizzare gli spezzoni contributivi presenti in diverse gestioni previdenziali. I lavoratori che vi potranno fare ricorso hanno l’opportunità di raggiungere soglie di anzianità contributive pur avendo avuto carriere lavorative frammentate e così ottenere un trattamento pensionistico complessivo frutto della diversa contribuzione versata che determinerà pro quota il calcolo della stessa pensione.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2017!

Pensioni 2017 news: cumulo gratuito, ricongiunzione e totalizzazione

La novità più tangibile, rispetto alla normativa precedente, consiste nel fatto che il cumulo può essere attivato non solo per la pensione di vecchiaia, inabilità o per i superstiti, ma altresì per la pensione anticipata. Il cumulo a differenza della ricongiunzione e dalle totalizzazione sarà a titolo gratuito e quindi consentirà di calcolare la pensione con i metodi di calcolo delle casse previdenziali in cui si erano versati i contributi, senza alcun obbligo di passaggio al metodo contributivo. Salvo diverse interpretazioni estensive da parte del Ministero del Lavoro e dell’Inps nella fase di attuazione della nuova normativa, l’istituto del cumulo non è chiaro se sia possibile utilizzarlo per ottenere i requisiti dei 41 anni di contributi per i lavoratori precoci o la quota 97, 6 per i lavoratori addetti a mansioni usuranti che sono stati introdotti nella stessa legge di Bilancio. Il fatto che il cumulo gratuito non potrebbe essere utilizzato per ottenere prestazioni diverse rispetto alla pensione anticipata o di vecchiaia così come sono previste dalla legge Fornero, pone il problema per le agevolazioni che la nuova normativa ha previsto per la pensione di anzianità con le quote o con i 40 anni di contribuzione per l’ottava salvaguardia o i 35 per i lavoratori usuranti o per Opzione Donna. Resta un dubbio interpretativo se la possibilità del cumulo potrà essere riconosciuta ai lavoratori precoci che rientrano tra quelli che possono usufruire del nuovo requisito agevolato dei contributi a partire dal 1° maggio 2017. In ogni caso la ricongiunzione contributiva, anche se onerosa “potrebbe essere più conveniente rispetto al cumulo in quanto in grado di far incrementare il reddito pensionistico del lavoratore”. Ecco perché ogni lavoratore dovrà verificare con attenzione i pro e i contro di ciascuna scelta e non sottovalutare gli istituti della ricongiunzione e della totalizzazione.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

WWE Smackdown, bacio tra John Cena e Nikki Bella: The Miz e Maryse rovinano la festa

la prova del cuoco zuccotto mimosa, zuccotto mimosa anna moroni, la prova del cuoco ricette dolci, la prova del cuoco oggi, la prova del cuoco ricette, la prova del cuoco ricette oggi, la prova del cuoco ricette 8 marzo 2017,

La Prova del Cuoco ricette dolci oggi: zuccotto mimosa di Anna Moroni