in

Pensioni 2017 news: Opzione Donna, aspettativa di vita e ottava salvaguardia, ecco le richieste dei sindacati

Pensioni 2017 news: Opzione Donna, aspettativa di vita e ottava salvaguardia, ecco le richieste dei sindacati

L’incontro che si è svolto giorno 4 luglio, al Ministero del Lavoro, per riprendere il confronto sulla seconda fase di riforma delle pensioni, sulla base del Verbale d’intesa Governo sindacati, stipulato il 28 settembre del 2016, pur svolgendosi in sede tecnica, per iniziativa dei sindacati non è stato solo interlocutorio, ma si è entrati anche nel merito, almeno, nella tempistica del percorso. Così hanno spiegato in un comunicato i due rappresentanti della Cgil, Roberto Ghiselli, segretario confederale Cgil, e Nicola Marongiu, coordinatore area welfare: “L’incontro era stato inizialmente concepito come tecnico ed incentrato sui temi della pensione contributiva di garanzia e della previdenza complementare, ma per il ritardo con cui si è giunti alla ripresa del confronto come sindacato abbiamo posto con forza il problema dei tempi e l’esigenza di capire le reali disponibilità del governo sulle questioni di merito”.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2017!

Pensioni 2017 news: Opzione Donna, aspettativa di vita e ottava salvaguardia, ecco le richieste dei sindacati

Nella stessa nota la Cgil ha sottolineato che è stato chiesto al Governo di: “Interrompere, con un atto normativo, l’automatismo previsto dal dl 78/10 sull’adeguamento dell’età di pensione alla speranza di vita, gli interventi per favorire la flessibilità in uscita, il tema del riconoscimento del lavoro di cura, la rivalutazione delle pensioni, la separazione tra previdenza e assistenza. Abbiamo inoltre richiesto una verifica sulla gestione dell’ottava salvaguardia e di opzione donna evidenziando l’esigenza di un ulteriore intervento per gestire le ultime situazioni aperte, tenendo conto che le risorse utilizzate sono state notevolmente inferiori a quelle preventivate”. Secondo i due rappresentanti sindacali da parte del Governo c’è stata condivisione sulla necessità di recuperare alcuni ritardi dando un’accelerata al confronto per arrivare a soluzioni concrete e condivise sui provvedimenti in tema di previdenza da inserire nella prossima legge di Bilancio. Per il prossimo 11 luglio è stato convocato un altro tavolo tecnico di approfondimento sulle questioni sollevate dal sindacato. In ogni caso il sindacato resterà in vigile attesa: “In questo contesto nel quale i ritardi e le ambiguità del Governo ci devono indurre a tenere alta l’attenzione su questa vertenza, l’attivo nazionale unitario del 13 luglio rappresenta l’occasione per dare un segnale politico preciso all’esecutivo: o la fase due produrrà risultati concreti e coerenti con il verbale sottoscritto lo scorso anno o il sindacato dovrà riprendere la propria mobilitazione”.

Pensioni 2017 news: Opzione Donna, aspettativa di vita e ottava salvaguardia, ecco le richieste dei sindacati

Sempre nella stessa giornata si è tenuta un’altra riunione all’Inps dove sono state affrontate alcune questioni problematiche nell’attuazione delle due misure che riguardano l’Ape sociale e della Quota 41 per una parte dei lavoratori precoci. A giudizio di Roberto Ghiselli e Nicola Marongiu questo incontro: “Ha permesso di approfondire, e in parte superare, alcune incongruenze relative alle procedure di Ape sociale e precoci. In particolare, per i disoccupati, sembra superato il problema relativo ai casi di sospensione degli ammortizzatori con un rapporto temporaneo e, per i lavori gravosi, quello relativo alla certificazione delle imprese in edilizia e al tasso di tariffa Inail per i lavoratori adibiti all’assistenza delle persone non autosufficienti. Per quanto concerne invece la mancata certificazione da parte delle imprese nei settori non-edili (per esempio nel caso di cessazione dell’impresa stessa), abbiamo proposto l’autocertificazione da parte del lavoratore, ma il governo ha ritenuto tale proposta non percorribile in questa fase”

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

caso yara processo appello bossetti 6 luglio

Caso Yara processo Bossetti: è il giorno della difesa, cosa accadrà oggi in aula

Formula 1 Gp Belgio orario tv e streaming

Formula 1 2017 GP Austria orario diretta tv e streaming gratis gara, qualifiche, prove libere