in

Pensioni 2017 news: Opzione Donna, lavoratrici incontrano Marco Leonardi, speranze per la proroga [INTERVISTA]

Le lavoratrici che si battono per usufruire della misura previdenziale Opzione Donna, qualche giorno fa, hanno incontrato il consigliere economico della Presidenza del Consiglio, Marco Leonardi, alla presenza del professore Tommaso Nannicini che si è occupato della riforma delle pensioni contenuta nella legge di Bilancio 2017. L’obiettivo delle pensionande è quello di ottenere la proroga della misura, per la quale ci sarebbero già i fondi stanziati con la legge di Bilancio 2016, e convincere il Governo a convertire il regime Opzione Donna da sperimentale in strutturale, visto il risparmio di spesa che comporterebbe per le casse dello Stato per via della forte decurtazione, quasi del 30%, sull’assegno pensionistico per le donne che vi opterebbero. La misura in questione permette alle donne di andare in pensione con 57 anni di età, 35 di contributi e il calcolo integralmente contributivo dell’assegno. Abbiamo intervistato, Giulia Molinaro, una delle amministratrici del folto gruppo costituitosi su Facebook “Opzione Donna Proroga al 2018, per fare il punto della situazione e per conoscere le prospettive delle lavoratrici prossime alla pensione alla luce dei nuovi colloqui con gli esponenti del Governo

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2017!

Qualche giorno fa avete incontrato il professore Marco Leonardi quali risposte avete avuto in merito alla proroga Opzione Donna?
“Dall’incontro tenutosi con il Prof. Marco Leonardi con la presenza del Prof. Tommaso Nannicini, abbiamo discusso e presentato documenti dei flussi trimestrali che l’I.N.P.S. pubblica sul proprio sito, dove si deduce la forte flessione di domande per la liquidazione delle pensioni di Opzione Donna.
Siamo state ascoltate attentamente per la prosecuzione della legge 243, Il Prof. Leonardi e il Prof. Nannicini hanno preso la nostra documentazione per un approfondimento di quanto esposto, con lo scopo di studiare una soluzione ottimale che non si scosti dai requisiti di Opzione Donna. Durante l’incontro si sono poste le basi per incontri futuri”.

Si oppone l’argomentazione che i fondi non spesi, ma destinati a Opzione Donna, siano cristallizzati per coprire le misure già adottate, cosa ne pensate?
“In sede di discussione è stato da noi dimostrato che la “cristallizzazione” è già insita nei flussi I.N.P.S.”.

Ci sono possibilità che Opzione Donna venga convertita in una misura strutturale?
“Ci auguriamo che #opzionedonna possa diventare strutturale visto la forte decurtazione che porterebbe in futuro alle casse dello Stato un notevole risparmio, evidenziando che Opzione Donna è una libera scelta”.

Avete in programma altre iniziative o confronti?
“Confidiamo nelle discussioni di questi giorni tra Governo e Sindacati affinché si possa inserire nella “fase 2” la nostra problematica. Pertanto, in occasione di questi incontri che si svolgeranno in questo mese, abbiamo indetto una Manifestazione per il giorno 23 marzo 2017 davanti a Montecitorio”.

Quali sono le vostre richieste al Governo?
“Nella scorsa LdB 2016 lo Stato aveva stanziato 2.5 Mld per circa 36.000 donne stimate, questi dati confermano che ci sono ancora notevoli risparmi per estendere o proseguire la suddetta legge fino a esaurimento fondi. Le stime finora presentate, dimostrano che le coperture possono arrivare al 2018, questo sarebbe il nostro obiettivo, per dare sostegno alle tante donne in difficoltà (disoccupate, cassintegrate, mobilitate e/o con difficoltà nel ricollocamento).
La strada è lunga e tortuosa ma come già detto alle nostre iscritte noi non molliamo continueremo a seguire i flussi trimestrali e il contatore al 30 settembre di ogni anno come previsto” .

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Una lettera d’amore da brividi, Amy Krouse Rosenthal, malata terminale: “Chi sposa mio marito?”

Roma 1-2 Napoli risultato finale: highlights e video gol