in

Pensioni 2017 news: Opzione Donna le lavoratrici chiedono atti politici per vigilare sui fondi

Le lavoratrici che si sono mobilitate per partecipare ieri a Roma alla manifestazione a sostegno della loro richiesta della proroga del regime Opzione Donna, insieme agli altri lavoratori, precoci ed esodati, che manifestavano per sensibilizzare sulle loro rispettive vertenze, hanno resocontato sulle loro pagine Facebook bilanci sulla giornata appena trascorsa: “Bilancio di oggi molto positivo. Noi Donne eravamo in tante (oltre la metà dei manifestanti su trecento persone autorizzate) a rivendicare la Proroga di opzione donna al 2018.
Siamo state tutte unite dallo stesso obiettivo e compatte nell’azione di protesta. Come già anticipato con foto e video, hanno manifestato sostegno e solidarietà con la loro presenza in piazza con noi molti parlamentari: l’On. Rizzetto di Fratelli d’ Italia , il Sen.Puglia del M5S, gli On. Maestri e Civati di Sinistra Italiana, che si sono anche impegnati a mettere in campo nuove iniziative in Parlamento favore della Proroga”.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2017!

Le nuove iniziative che le donne chiedono ai politici sono principalmente quello di compiere degli atti concreti per vigilare sui fondi non spesi, per i minori accessi a Opzione Donna rispetto a quelli stimati, ma stanziati a copertura della misura: “Non è riuscito a raggiungerci l’On Stefano Fassina che ci ha poi ricevuto, al termine della manifestazione, presso gli uffici della Camera, dichiarando la disponibilità di Sinistra Italiana a sostenerci con atti presso la Camera, finalizzati a sostenere la proroga al 2018 di Opzione Donna alla luce dei fondi residui 2016”.

Le lavoratrici ora attendono di conoscere nel dettaglio i contenuti dell’incontro tra Governo e sindacati relativamente al regime Opzione Donna: “Attendiamo notizie anche dalla Cgil sull’esito del tavolo delle trattative con il governo tenutosi oggi”. Nel frattempo durante tutta la manifestazione di ieri a Roma hanno portato in piazza la legittima richiesta di ottenere la libertà di scelta di una misura previdenziale, peraltro sopravvissuta alla scure della riforma Fornero, basata esclusivamente sul calcolo contributivo, con 57 anni di età e 35 anni di contributi

Seguici sul nostro canale Telegram

Oroscopo Paolo Fox 2016 Pesci

Oroscopo Paolo Fox oggi 23 marzo a I Fatti vostri: come rivederlo in streaming

Replica L’Intervista puntata 23 marzo 2017: dove rivedere l’episodio con Francesco Totti