in

Pensioni 2017 news: ottava salvaguardia, i sindacati chiedono una proroga per presentare la domanda

I segretari confederali di Cgil, Cisl, Uil, Roberto Ghiselli, Maurizio Petriccioli e Domenico Proietti hanno inviato una lettera al Ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, e al presidente dell’Inps, Tito Boeri, per richiedere la proroga della scadenza prevista per il 1° marzo, data entro la quale i lavoratori esodati, interessati all’ottava salvaguardia dovrebbero presentare la domanda. Ma l’Inps ha accumulato ritardi nel rendere note e disponibili le procedure esatte dell’invio della domanda di riconoscimento dei requisiti per l’accesso alla salvaguardia e il pensionamento con le vecchie regole antecedenti la legge Fornero sulle pensioni.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2017!

In un comunicato stampa diffuso dai sindacati si legge che: “Cgil, Cisl e Uil chiedono una proroga della data limite per la presentazione della domanda di accesso all’ottava salvaguardia per gli esodati, in considerazione del ritardo da parte dell’Inps nel rendere disponibili le procedure necessarie per il corretto invio delle domande stesse”.

Le stesse sigle sindacali insieme ai loro segretari confederali aggiungono che: “Tale procedura è stata infatti rilasciata il 17 gennaio e resa pienamente operativa dal 1° febbraio, riducendo di fatto il tempo utile per la presentazione, che scadrà il prossimo 1° marzo. Tale proroga si rende necessaria per poter garantire l’accesso alla misura di salvaguardia in considerazione del fatto che oltre il termine del 1° marzo il diritto decadrà”. Finora i circa 30.700 lavoratori che costituiscono la platea dei lavoratori esodati che dovrebbero rientrare nelle tutele previste con l’ottava salvaguardia devono rispettare la scadenza del 1° marzo 2017. I lavoratori esodati in mobilità e quelli prosecutori volontariamente devono inoltrare la stessa domanda all’Inps, invece i lavoratori in congedo e a tempo indeterminato devono presentare la domanda alla Direzione Territoriale del Lavoro. Le modalità, il termine di presentazione della domanda e le istruzioni operative sui criteri di accesso qualche settimana fa sono state rese note dall’Istituto di previdenza attraverso una circolare apposita.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Bonus Cultura da 500 euro 2017, flop e termine della richiesta posticipato

Bonus Cultura 500 euro 2017: è un flop, speso solo il 6,3%, posticipato il termine per la richiesta

mostre europa 2017

Mostre Europa 2017: dai misteri dell’Egitto a Michelangelo, gli appuntamenti da non perdere