in

Pensioni 2017 news: pensione anticipata, Ape volontario e Quota 41 a breve i decreti

Pensioni 2017 news: pensione anticipata Ape volontario e Quota 41 a breve i decreti attuativi

Va a rilento il lavoro della Presidenza del Consiglio per l’adozione dei decreti attuativi sulle misure pensionistiche approvate con la legge di Stabilità. La scadenza per la partenza operativa dell’Anticipo pensionistico e della Quota 41 per una parte dei lavoratori precoci è prevista per il prossimo 1° maggio, ma ancora l’unico decreto uscito da Palazzo Chigi è quello riguardante l’Ape sociale, che consente l’uscita anticipata, con un sussidio di accompagnamento a carico dello Stato, ad alcune limitate categorie di lavoratori ultra sessantatreenni meritevoli di particolare tutela. Questo decreto è stato trasmesso al Consiglio di Stato per il parere prima della pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale che dovrebbe essere imminente. Mentre ancora attendono sia i lavoratori precoci interessati alla Quota 41 he gli altri lavoratori over 63 interessati all’Anticipo pensionistico volontario, cioè all’uscita anticipata attraverso un prestito previdenziale erogato dalle banche e poi restituito dal lavoratore con una rata ventennale sulla futura pensione.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2017!

Pensioni 2017 news: pensione anticipata Ape volontario e Quota 41 a breve i decreti attuativi

Il Governo ha definito anche la franchigia di 12 mesi nel calcolo dei sei anni per o svolgimento continuativo di attività lavorativa classificata come gravosa. Quindi anche quei lavoratori che hanno interrotto questo periodo, fino a un massimo di 12 mesi, per disoccupazione, integrazione salariale o discontinuità lavorativa potranno usufruire del beneficio. Questa modifica positiva a cui sono interessati principalmente i lavoratori del settore dell’edilizia è stata inserita nel decreto legge riguardante la cosiddetta “manovrina correttiva” che a breve dovrebbe essere pubblicata in Gazzetta Ufficiale.

Pensioni 2017 news: pensione anticipata Ape volontario e Quota 41 a breve i decreti attuativi

Per quanto riguarda la tempistica relativa alla presentazione delle domande per usufruire dell’Ape sociale è stato confermato il periodo che va dal 1° maggio al 30 giugno con il riconoscimento del beneficio, per chi ne avrà diritto, che scatterà nella fase successiva alla conclusione del monitoraggio da parte dell’Inps, che dovrebbe avvenire entro il mese d settembre ottobre. Questo delude le aspettative di chi credeva che dal 1° maggio potesse percepire l’assegno per l’Anticipo. Stessa sorte per i lavoratori dipendenti rimasti disoccupati per la scadenza di un contratto a termine che non avranno diritto all’Ape sociale, cos’ come i lavoratori autonomi che hanno chiuso definitivamente la loro attività commerciale. Relativamente all’Ape volontario il Governo ancora non ha sciolto le questioni relative ai rapporti tra l’Inps e il sistema bancario assicurativo con la definizione delle convenzioni. Ancora non è chiaro come l’Inps dovrà certificare il diritto all’Ape volontario anche perché alcune delle condizioni per l’accesso potrebbero non essere nella disponibilità dello stesso ente previdenziale. L’importo minimo che il lavoratore potrà richiedere sarà di 150 euro mensili, mentre quello massimo non potrà andare oltre il 75% del futuro assegno pensionistico se mancano tre anni al raggiungimento della pensione, l’80% se ne mancano da due a tre, il 90% se ne mancano da uno a due. Il rinvio del decreto sull’Ape volontario complica anche l’accesso alla Rendita Integrativa Temporanea Anticipata, anch’essa prevista per il 1° maggio 2017, per i lavoratori che avevano aderito alla previdenza complementare, poiché per la richiesta della RITA i lavoratori dovranno farsi accertare dall’Inps l’esistenza dei requisiti di accesso all’Ape volontario

Foto in apertura pixabay.com angelolucas

Replica Ballando con le stelle 2017

Replica Ballando con le Stelle 2017: ecco come vedere il video integrale della semifinale del 22 aprile 2017

Giornata mondiale del libro, si festeggia oggi 23 aprile

Giornata Mondiale del Libro 2017: oggi è il giorno dedicato alla letteratura e ai diritti d’autore