in

Pensioni 2017 news: pensione anticipata, l’Ape volontario non creerà nuovi esodati

Pensioni 2017 news: pensione anticipata, l’Ape volontario non creerà nuovi esodati

Il sottosegretario al welfare, Luigi Bobba, rispondendo a un’interrogazione presentata dall’esponente della Lega Nord Simonetti, in Commissione Lavoro alla Camera, ha anticipato che il Decreto del Presidente del Consiglio in via di definizione sull’Ape volontario terrà conto delle conseguenze degli scatti automatici della speranza di vita dell’Istat programmate nel 2019 e nel 2021. Nell’interrogazione, Simonetti ha chiesto al Governo la garanzia che un’eventuale nuova riforma del settore previdenziale non innalzi ancora una volta l’età pensionabile, poiché altrimenti per alcuni anni, escluderebbe dall’accesso all’Ape molti lavoratori che si ritroverebbero senza reddito senza pensione.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2017!

Pensioni 2017 news: pensione anticipata, l’Ape volontario non creerà nuovi esodati

L’Ape volontario, disciplinato dalla legge di Bilancio 2017, si basa su un prestito pensionistico erogato dalle banche e garantito dalle assicurazioni nel caso di premorienza del beneficiario. Le 12 rate, erogate ogni anno, accompagneranno il lavoratore fino al compimento dell’età anagrafica per accedere alla pensione di vecchiaia. I beneficiari restituiranno il prestito nei vent’anni successivi con rate di ammortamento a partire dal momento della maturazione del diritto alla pensione. Questo tipo di Anticipo pensionistico interesserà i lavoratori iscritti all’assicurazione generale obbligatoria, alle forme sostitutive ed esclusive e alla gestione separata che hanno compiuto almeno 63 anni di età, 20 anni di contributi e che hanno maturano il diritto alla pensione di vecchiaia entro 3 anni e 7 mesi. Per quanto riguarda l’importo della pensione non dovrà essere minore a 1,4 volte il trattamento minimo Inps al netto della rata di ammortamento corrispondente all’APE richiesta.

Pensioni 2017 news: pensione anticipata, l’Ape volontario non creerà nuovi esodati

Il sottosegretario Bobba ha precisato che: “L’Ape è una misura sperimentale e pertanto opererà in un orizzonte temporale limitato all’interno del quale al momento non è prevista alcuna modificazione dei previsti requisiti pensionistici ha indicato Bobba. Al riguardo evidenzio, comunque, che nei lavori preparatori del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri concernente le modalità di attuazione delle disposizioni in tema di APE, si sta tenendo conto dell’aumento nel 2019 e nel 2021 dell’età anagrafica necessaria per l’accesso alla pensione di vecchiaia previsto dalla normativa vigente in materia di adeguamenti della speranza di vita”. In seguito se legislatore dovesse decidere di rendere la misura dell’Ape volontario da sperimentale a strutturale: “Da ultimo, rappresento che il Ministero del lavoro e delle politiche sociali ha previsto la realizzazione di un’articolata campagna di informazione e comunicazione che accompagnerà l’avvio dell’APE e che consentirà dunque di informare i lavoratori sui vantaggi della misura e sulle modalità per accedervi”.

In apertura foto pixabay.com mikegi

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Harry Styles 2017 Milano: data, prevendita, prezzo biglietti per il concerto dell’ex One Direction

Semi di lino, proprieta e benefici per cuore e capelli

Semi di lino: rimedi naturali, proprietà e benefici per il cuore e i capelli