in

Pensioni 2017 news: pensione anticipata chi potrà uscire nel 2017?

 

Pensioni 2017 news: pensione anticipata dal 2017

Con l’approvazione delle modifiche alla legge Fornero, inserite nella manovra finanziaria, diverse categorie di lavoratori hanno visto aprirsi la possibilità di accedere alla pensione anticipata. I lavoratori che hanno compiuto 63 anni di età e hanno versato almeno 20 anni di contributi potranno anticipare anticipatamente l’uscita dal lavoro attraverso una forma di prestito previdenziale prevista con la misura dell’Ape. La condizione è che la propria pensione non sia inferiore a 1,4 volte il trattamento minimo al netto della rata di restituzione dal prestito, quindi di circa 700 euro al mese. In questo caso il prestito verrà erogato dalle banche e il lavoratore interessato restituirà la somma nei vent’anni seguenti al momento dell’effettivo pensionamento. La rata comprenderà il costo degli interessi e della garanzia assicurativa, e anche se sarà calmierata da una forma di detrazione fiscale compensativa, comporterà un gravame sull’assegno pensionistico tra il 4 e il 5,5%.

Pensioni 2017 news: Ape e Quota 41 dal 1° maggio 2017

 

L’attivazione dell’Anticipo pensionistico è previsto a partire dal 1° maggio 2017 e ha una scadenza temporale fissata al 31 dicembre 2018, dopo di che potrà esserne verificato la possibilità di estensione. Accanto all’Anticipo pensionistico volontario è stato previsto anche l’Ape sociale cioè con i costi a carico dello Stato. I lavoratori che potranno beneficiarne devono avere compiuto i 63 anni e avere versato almeno 30 anni di contributi, che diventano 36 nel caso di addetti a mansioni gravose o rischiose. Anche questa forma di anticipo è stato attivato in maniera sperimentale e durerà fino al 31 dicembre 2018. Mentre per i lavoratori che hanno cominciato a lavorare in giovanissima età, versando almeno 12 mesi di contributi prima dei 19 anni, qualora hanno raggiunto i 41 anni di contributi versati e sono compresi in alcune specifiche categorie più disagiate, indipendentemente dall’età anagrafica potranno accedere al pensionamento anticipato.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2017!

Pensioni 2017 news: Ottava salvaguardia e Opzione Donna requisiti e condizioni

Anche i lavoratori appartenenti alla categoria degli esodati potranno usufruire del beneficio dell’ottava salvaguardia. In questo caso entro il 2 marzo dovranno presentare la domanda all’Inps o alla Direzione Territoriale del Lavoro e qualora vengono riconosciuti i requisiti di accesso otterranno la possibilità di andare in pensione con le condizioni più favorevoli previste prima dell’entrata in vigore della legge Fornero. I lavoratori con carriere discontinue potranno sommare gratuitamente tutti i contributi versati nelle diverse gestioni previdenziali così da ottenere una pensione riferita ai contributi versati nell’intera carriera lavorativa e nei diversi periodi temporali. Questa misura è stata adottata in forma definitiva e già vigente anche se l’Inps deve ancora pubblicare i dettagli per la sua attuazione. Anche le donne che sono nate nell’ultimo trimestre del’57 e del ’58 se hanno versato 35 anni di contributi potranno utilizzare il regime previdenziale speciale di Opzione Donna, per uscire anticipatamente dal lavoro accettando, però il più penalizzante calcolo integrale della propria pensione col metodo contributivo.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Agropoli bambina scomparsa: dopo la scuola non è rientrata a casa, l’appello dei genitori

Gigi D’Alessio e Anna Tatangelo storia: dalla prima foto inconsapevole ai gossip di oggi