in

Pensioni 2017 news: precoci e Quota 41, la rabbia dei lavoratori in una lettera

Pensioni 2017 news: I lavoratori precoci scrivono a Enrico Zanetti

La riforma delle pensioni approvata con la legge d Bilancio 2017 ha previsto l’Anticipo pensionistico, come misura centrale per i lavoratori prossimi alla pensione con almeno 63 anni di età. Mentre per i precoci con 41 anni di contributi versati sono state previste delle condizioni che permettono solo a una limitata parte di questa categoria di lasciare il posto di lavoro. I lavoratori precoci, pertanto, non desistono dal battersi ancora per la Quota 41 per tutti, sulla pagina Facebook “Lavoratori uniti a tutela dei loro diritti” , uno di loro Andrea Detto Il Toscano, ha pubblicato una lettera aperta all’ex Viceministro Enrico Zanetti, ritenendolo uno dei principali oppositori alla loro richiesta di consentire a tutti coloro che avevano cominciato a lavorare in giovanissima età di poter anticipare la pensione dopo aver maturato 41 anni di contributi senza alcun limite di età anagrafica.

Pensioni 2017 news: precoci per la Quota 41 senza se e senza ma

Nel post il lavoratore si chiede come mai un’esponente di un partito con una rappresentanza molto piccola possa essere riuscito a bloccare un provvedimento richiesto da diverse decine di migliaia di lavoratori e considera che ci sia stata la “evidente complicità” dell’ormai ex premier Matteo Renzi, del confermato ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, e dell’ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Tommaso Nannicini. Polemicamente, Andrea Detto Il Toscano chiede a Zanetti e agli altri suoi alleati di Governo di vergognarsi e facendo riferimento al nuovo scontro politico sorto sui voucher scrive: “Parlando dei voucher mi viene in mente il pezzo di pane e la sbobba che i nazisti concedevano ai loro prigionieri due volte al giorno, perché di questo si tratta. Giusto per non vederli morire di inedia, avete condannato i nostri giovani a questo miserevole mercimonio e tenete prigionieri al posto di lavoro persone che lavorano da 40, 41 o 42 anni e se poteste ci terreste al lavoro fino a 50 anni, cioè fino a che veramente non avremo più forza di alzare un braccio. Questo state cercando e sperando: siete così cattivi e malvagi che scommetto state sperando che molti di noi vadano a miglior vita ancor prima di ricevere la più che meritata pensione! E di questo dovreste vergognarvi”.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016!

Pensioni 2017 news: lavoratori precoci e la sfiducia nei politici

Infine il lavoratore precoce conclude con una vera e propria dichiarazione di sfiducia verso questa classe politica di Governo: “Personalmente sto aspettando la sentenza della Corte Costituzionale sulla legge elettorale per avere l’opportunità di mandarvi finalmente a casa come meritate. Perché sia ben chiaro che voi non meritate un popolo come noi, di onesti lavoratori, di persone che democraticamente lottano senza che il forte mangi il debole, e se ne glori anche. Io provo certo vergogna, ma mi vergogno solo di avere una classe cosiddetta dirigente così inetta, incompetente, incapace di fare giustizia e che insegue solo l’autoreferenzialità. Prova ne è il Governo stesso, che è uguale a quello di prima, anche se prima ha fallito miseramente. Con voi al Governo vorrei che ci fosse la possibilità di rifiutare la cittadinanza Italiana, tanta è la vergogna anche di vedervi in TV, che vorrei gridare ai 4 venti : IO NON SONO ITALIANO!…”.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Crotone Juventus Bologna Milan

Serie A 19a giornata: Pescara-Fiorentina rinviata, ecco il comunicato

ivanka trump, ivanka trump età, ivanka trump altezza, ivanka trump figli, ivanka trump marito, ivanka trump nuova casa, ivanka trump ebrea,

Ivanka Trump: età, altezza, figli, marito, religione e nuova casa