in

Pensioni 2017 news: proroga Opzione Donna, cresce l’impegno e la fiducia per centrare l’obiettivo

Pensioni 2017 news: Opzione Donna, approvato ordine del giorno per la proroga

Nella discussione sul decreto Milleproroghe il Senato ha approvato un ordine del giorno su Opzione Donna, proposto dalla senatrice del Partito democratico, Erica D’Adda, che impegna il Governo a: “A mantenere l’impegno preso con la legge di stabilità per il 2016 di prevedere una relazione alle Camere da parte del Governo stesso, entro il 30 settembre di ogni anno, sulla base dei dati rilevati dall’Inps nell’ambito della propria attività di monitoraggio sull’attuazione della sperimentazione;
a valutare l’opportunità, nel caso in cui dall’azione di monitoraggio dovesse risultare un onere previdenziale inferiore rispetto alle previsioni di spesa, di considerare, con successivo provvedimento legislativo, l’utilizzo delle risorse giacenti per la prosecuzione della sperimentazione fino al 31/12/2018, iniziando un percorso di complessiva rivalutazione del regime pensionistico delle donne, che sani quelle disuguaglianze di genere create da una situazione sociale complessiva che ha radici nel passato e, pur tuttavia, continua ad ipotecare presente e futuro”.

 

Pensioni 2017 news: proroga Opzione Donna, cresce il pressing delle lavoratrici

L’amministratrice del gruppo “Movimento Opzione Donna”, Lucia Rispoli, al post pubblicato dalla senatrice D’Adda ha scritto questo commento: ”Ho capito bene le singole posizioni ed ho altrettanto molto chiaro il ruolo dell’Onorevole Damiano e quello del Ministro Poletti. Quindi mi aspetto che l’Onorevole Damiano proponga la proroga Opzione Donna al 2018. La prima occasione per lui possibile è proprio il ddl Milleproroghe, anche laddove arrivi blindato dalla maggioranza per evitare qualsiasi discussione in aula. Sarebbe comunque un gesto concreto da parte dell’Onorevole Damiano la presentazione nell’ambito della Commissione Lavoro di un emendamento che contempli la proroga al 2018 del regime Opzione Donna, visti i risparmi che sono stati certificati dall’Inps proprio alla Commissione Lavoro da lui presieduta. Credo che anche Lei convenga che proprio in considerazione dei risparmi del contatore dell’anno 2016, ormai ufficiali, la proroga sia l’unico atto da porre in essere per le donne di 57/58 anni con 35 anni di contributi, visto che non ci sono alternative. Poi certamente dovremo occuparci della sua stabilizzazione”.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2017!

 

Pensioni 2017 news: Opzione Donna novità già il 21 febbraio?

Quindi dopo i dati resi noti dall’Inps che hanno dimostrato come sia fattibile la proroga del regime previdenziale Opzione Donna “in considerazione dei risparmi del contatore dell’anno 2016”, cresce la mobilitazione delle lavoratrici per centrare questo obiettivo. Già il 21 febbraio prossimo potrebbe essere una giornata importante, poiché nell’incontro tra Governo e sindacati che segnerà la ripartenza della seconda fase della riforma delle pensioni, si discuterà anche del regime sperimentale di Opzione Donna. Oltre alla proroga di Opzione Donna, c’è anche l’ipotesi di una misura simile a l’Anticipo pensionistico, cosiddetto social, riservato alle lavoratrici. Infine Lucia Rispoli ha anche scritto una lettera aperta al presidente della Commissione Lavoro, Cesare Damiano, per ricordargli che: “Lei ha fortemente voluto l’istituzione del contatore” nelle precedenti leggi c.d. di bilancio, nell’auspicio di poter dimostrare oggi “nello spirito delle leggi” (seppure ispirate a meri criteri ragionieristici), il conseguimento di quei risparmi che consentono a questo Governo ed al partito di maggioranza ed al Parlamento di offrire l’unica risposta immediata alle donne lavoratrici di 57/58 anni con 35 anni di contributi: PROROGA OPZIONE DONNA AL 2018″.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

The Vampire Diaries 8×16 anticipazioni, il finale straziante: la morte devastante

ios

WWDC 2017 Apple date: non solo aggiornamento iOS 11 e macOS, ecco tutte le novità