in

Pensioni 2017 news: Quota 41 quando in pensione? L’Inps chiarisce requisiti e condizioni

Pensioni 2017 news: lavoratori precoci in pensione con la Quota 41

 

L’Inps conferma in un sua circolare che solo alcune categorie di lavoratori precoci potranno andare in pensione anticipata a partire dal 1° maggio 2017 con la cosiddetta Quota 41, ovvero con 41 anni di contributi versati e senza limitazioni anagrafiche. La pensione anticipata potrà essere richiesta dai lavoratori dipendenti appartenenti sia al settore pubblico che a quello privato e dai lavoratori autonomi iscritti alle gestioni speciali in possesso di contribuzione al 31 dicembre 1995.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016!

Pension1 2017 news: Quota 41, pensione dal 1°maggio, requisiti

I lavoratori autonomi devono anche avere il requisito di 12 mesi di contribuzione versati prima del raggiungimento del 19° anno di età e trovarsi in una di queste condizioni:

– lavoratori dipendenti rimasti disoccupati in seguito a licenziamento, anche collettivo, dimissioni per giusta causa o risoluzione consensuale nell’ambito di tentativo di conciliazione, che non percepiscono da almeno tre mesi la prestazione per la disoccupazione;

– lavoratori dipendenti e autonomi che assistono al momento della richiesta e da almeno 6 mesi, il coniuge o un parente di primo grado convivente con handicap grave ex art 3 comma 3 legge 104/92;

– lavoratori dipendenti e autonomi che hanno una riduzione della capacità lavorativa almeno del 74%;

– lavoratori dipendenti addetti a lavori usuranti ai sensi del Dlgs 67/2011;

– lavoratori dipendenti che da un minimo di sei anni in via continuativa sono addetti a una delle seguenti tipologie di lavoro:

• operai edili e dell’industria estrattiva
• maestre di asilo o asilo nido
• conciatori di pelli
• autisti di mezzi pesanti
• gruisti e conduttori di mezzi da cantiere
• macchinisti ferro tranvieri
• operatori ecologici e addetti ai rifiuti
• facchini
• addetti alle pulizie
• infermieri ed ostetriche che lavorano in turni
• personale per assistenza a soggetti non autosufficienti

 

Pensioni 2017 news: Pensione anticipata e Quota 41

Inoltre l’istituto di previdenza precisa che la pensione anticipata verrà riconosciuta solo su domanda dell’interessato e previa verifica dei requisiti necessari per essere classificati come lavoratore precoce e nei limiti della spesa stanziata dalla legge, cioè 360 mln di euro per l’anno 2017, 550 mln di euro per il 2018, 570mln di euro per i 2019 e 590 mln di euro dal 2020, nel caso in cui tale soglia venisse sforata, la decorrenza slitterebbe. Coloro che risulteranno in possesso dei requisiti prescritti dalla nuova normativa dal 1° maggio possono accedere alla pensione anticipata che consente un sconto sul normale pensionamento anticipato senza costi. Per tutti gli altri lavoratori precoci, che non possono usufruire della pensione anticipata con la Quota 41 e devono aspettare il maturarsi dei 42 anni e 10 mesi di contributi versati se uomini, e 41 anni e 10 mesi se donne, indipendentemente dall’età anagrafica, potrebbe rivelarsi molto utile il cosiddetto cumulo gratuito dei contributi versati in casse diverse allo scopo di raggiungere il monte contributivo richiesto.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

valanga hotel rigopiano il volo

Valanga hotel Rigopiano, Gianluca de Il Volo scampato alla tragedia: “Dovevo essere lì”

Roma Sampdoria probabili formazioni

Roma – Sampdoria diretta live Coppa Italia, risultato finale 4-0