in

Pensioni 2017 news: riforma urge confronto per la fase due in vista della legge di Bilancio 2018

Pensioni 2017 news: riforma urge confronto per la fase due in vista della legge di Bilancio 2018

Cgil, Cisl e Uil premono sul Governo per portare avanti e definire i provvedimenti della seconda fase di riforma delle pensioni. Alla luce del fatto che le misure previste dall’ultima legge di Bilancio, quali l’Ape social e la Quota 41 sono già in fase di attuazione e le notizie sull’Ape volontario parlano di un avvio molto prossimo, i sindacati pensano che sia arrivato il momento di proseguire il confronto con il Governo, quindi hanno inviato alla Presidenza del Consiglio e al Ministro del Lavoro una lettera in cui sollecitano la ripresa dei tavoli tecnici e politici, peraltro contenuta nel verbale siglato dalle due parti il 28 settembre scorso. gli esponenti sindacali Roberto Ghiselli, Maurizio Petriccioli e Domenico Proietti in una nota hanno scritto: “ritengono urgente affrontare i temi del legame all’aspettativa di vita, la flessibilità in uscita, la riforma della governance Inps-Inail, le future pensioni dei giovani, l’eliminazione delle disparità di genere che penalizzano le donne e il rilancio della previdenza complementare”.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2017!

Pensioni 2017 news: riforma urge confronto per la fase due in vista della legge di Bilancio 2018

Nel verbale di sintesi erano stati previsti ulteriori interventi di modifica della legge Fornero prima della fine della legislatura, prestando particolare attenzione alla questione della pensione dei giovani con carriere lavorative precarie e discontinue. Tra le modifiche che i sindacati hanno concordato con il Governo c’è l’abbassamento del cuneo contributivo sul lavoro stabilizzato oltre il termine delle decontribuzioni temporanee, l’età pensionatile, la cosiddetta pensione di garanzia con lo scopo di garantire un vecchiaia dignitosa adeguando le pensioni medio basse, provvedimenti sulla previdenza complementare, verificando l’orientamento di agevolarla nel settore del pubblico impiego favorendo gli investimenti sui fondi pensione e parificando la tassazione sulle prestazioni della previdenza complementare dei dipendenti pubblici con quella dei privati.

Pensioni 2017 news: riforma urge confronto per la fase due in vista della legge di Bilancio 2018

Per quanto riguarda l’accesso alla pensione nello stesso verbale si prevedono misure volte a rendere più flessibile il sistema previdenziale, garantendo la possibilità dell’uscita anticipata dal lavoro calcolando l’assegno con il sistema contributivo, riconoscendo il lavoro di cura ai fini pensionistici e procedendo a una revisione dell’agganciamento dell’età pensionabile alla speranza di vita. I sindacati quindi ribadiscono la necessità della continuazione del confronto con il Governo dando centralità al lavoro giovanile caratterizzato dalla saltuarietà, dal passaggio al calcolo dell’assegno pensionistico con il metodo contributivo e dalla conseguente perdita dell’integrazione al trattamento minimo. In proposito si fanno avanti diverse proposte, tra cui quella della Uil con l’introduzione di un bonus di contribuzione figurativa, mentre la Cgil avanza l’ipotesi di una pensione di garanzia.

Canone Rai

Canone Rai 2017 esenzione: il 30 giugno la scadenza, ecco come fare domanda

Fabio Borini Milan

Calciomercato Milan news: Fabio Borini è il nuovo attaccante, domani visite mediche