in

Per rinnovarle il contratto di lavoro, le chiedono test di gravidanza: l’assurda storia di una commessa

Sul blog Pensieri in Parole di Francesco Iacovone, ex dirigente nazionale dell’Usb oggi nell’esecutivo nazionale dei Cobas, è stata resa nota la storia di una commessa di un negozio in un centro commerciale. Una vicenda incredibile: la donna avrebbe avuto il contratto a tempo indeterminato, fino a che non è rimasta incinta. Poi al rientro dalla maternità: il posto di lavoro si è rivelato un inferno. Tra le tante disavventure è arrivata la decisione di rinnovarle il contratto ogni tre mesi. La giovane ha resistito, poi ha mollato tutto, stanca di quella vita chiusa dentro quella che lei stessa ha definito «un mostro di cemento».

leggi anche l’articolo —> Novartis offerte di lavoro: nuove assunzioni in Italia nel settore farmaceutico contratti di

«3 mesi in 3 mesi, tutti i weekend, tutte le feste dentro quel mostro di cemento»

«Lavoravo in un negozio del centro, a tempo indeterminato finché non sono rimasta incinta. Una volta tornata dalla maternità facoltativa la mia vita è diventata un inferno: non avevo più riposi né giorni liberi, le turnazioni erano infernali perché “Io avevo già fatto molti giorni a casa”, quindi neanche le ferie. L’allattamento era a discrezione della mia azienda e non la necessità del mio bambino, le mie 2 ore giornaliere erano organizzate da messaggi alle 7 del mattino con scritto “oggi arriva un’ora dopo” oppure un messaggio alle 14 con scritto Vieni alle 15.30 anziché alle 15», esordisce così la giovane mamma lavoratrice, che come un fiume in piena racconta come sono andate le cose negli ultimi mesi: «Sono stata a casa e ho ricominciato a lavorare un anno fa in centro commerciale, contratti di 3 mesi in 3 mesi, tutti i weekend, tutte le feste dentro quel mostro di cemento. Finché a maggio ho visto la luce, o almeno credevo!».

«Mi chiedono un test di gravidanza»

Poi la donna si rende conto che qualcosa non va, che così non può continuare: «Dopo pochi mesi – aggiunge l’ex dipendente del centro commerciale – «mi accorgo che l’ambiente non è sano, pretendono ore di straordinario gratis, orari assurdi, ad agosto mi sposo e non mi danno neanche le ferie matrimoniali, mi danno qualche giorno e basta. Ma solo dalla busta paga, il mese seguente, ho scoperto che le ferie erano le mie, non quelle che spettano per il matrimonio. Ma adesso viene il bello, il secondo rinnovo va dal 31 agosto al 30 novembre: ad ottobre mio padre viene ricoverato e deve subire un’operazione complessa, quando non lavoro sono in ospedale da lui, di notte non dormo per la preoccupazione, mangio male, al lavoro sono stanca e prendo un po’ di peso …». La svolta il 29 novembre quando le dicono che non hanno pronto il rinnovo: «Sospettano che io sia incita e quindi mi rimpiazzano. Mi chiedono un test di gravidanza per farmi eventualmente un ulteriore mese di contratto!», rivela la commessa incredula. E a dire il vero senza parole siamo anche noi. Il racconto si conclude con la decisione della protagonista di questa rocambolesca storia, comune a tante altre purtroppo, di lasciare il posto di lavoro: «Oggi sono a casa con la mia famiglia, con mia figlia e mio marito. E nonostante tutto non potrei essere più felice!».

 

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di UrbanPost e LuxGallery. Nasce a Frosinone il 13 febbraio del 1991, quando in Ciociaria la neve non si vedeva ormai da anni e l’Italia tirava un sospiro di sollievo per la fine della guerra del Golfo. Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 le viene conferito il riconoscimento di "Laureato Eccellente Sapienza" per il brillante percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly" e "SuccedeOggi" e riviste letterarie come "Carte Allineate", "Fillide" ed "Euterpe". Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Novartis offerte di lavoro: nuove assunzioni in Italia nel settore farmaceutico

gfvip semifinali giulia salemi eliminata

Gf Vip semifinale Giulia Salemi: eliminata dopo “busta nera” e televoto lampo