in ,

Perché togliere le scarpe in casa: igiene, educazione e relax

Uno studio di qualche anno fa condotto dall’Università dell’Arizona spiegava che  in sole due settimane di utilizzo, le scarpe possono arrivare ad accumulare all’incirca 420 mila batteri nella loro parte esteriore, dei quali il 96% coliformi. Tra di essi ben il 27% sono della specie  E. coli, ovvero microorganismi che popolano l’intestino degli esseri umani e degli animali e che si legano a polmonite, diarrea, meningite nonché in grado di influenzare lo sviluppo di infezioni a occhi, sistema respiratorio e intestino. Il primo buon motivo per togliere le scarpe prima di entrare in casa? L’igiene, lasciando i 420 mila batteri alla porta di casa.

L’igiene, che certamente non è poco soprattutto se si hanno in casa bambini, anziani o persone con un sistema immunitario più debole della media, non è l’unica buona ragione per togliere le scarpe prima di entrare in casa. E’ certamente anche una questione di buona educazione, soprattutto se si abita in condominio. Le scarpe infatti fanno molto rumore in casa e chi vive nell’appartamento sotto di noi merita di riposarsi senza il fastidioso ticchettio delle nostre scarpe.

Togliere le scarpe prima di entrare in casa infine è anche una questione di comodità; per tutta la giornata si è costretti ad indossare scarpe che possono essere più o meno comode ma che comunque costringono i piedi al chiuso. A casa, il regalo più bello che possiamo fare ai nostri piedi, è lasciarli in piena libertà: ad avere i maggiori benefici saranno certamente le dita che si rinforzeranno. Inoltre si tratta di dare il buon esempio ai bambini: anche per loro è fondamentale, soprattutto se stanno imparando a camminare, avere i piedini in libertà. Secondo recenti studi infatti in questo modo impareranno ad avere più stabilità e meno probabilità di incappare nel problema dei piedi piatti. Con l’autunno quindi non perdete l’occasione di comprare un bel paio di pantofole per voi e una paio di calze antiscivolo ai vostri bambini.

Uragano Matthew: oltre 900 morti e 350000 sfollati, ad Haiti è disastro umanitario

startup senza notaio rapporto settembre

Startup senza notaio, i primi risultati: 57 nuove imprese create online