in

Permessi di lavoro retribuiti, cosa sono e come richiederli

Esistono però delle occasioni per il quale non è richiesta alcuna approvazione da parte del titolare, come ad esempio un matrimonio, una maternità o un lutto in famiglia. Ecco quindi, come richiedere correttamente un permesso retribuito sul lavoro.

Di permessi retributivi non ne esiste solo uno, ognuno di essi viene regolato da precise discipline normative. Tuttavia, sul modulo di richiesta vanno inseriti i propri dati anagrafici, sia specificando quante ore di astensione da lavoro si vogliono chiedere, sia indicando in quale giorno si intende beneficiarne. Inoltre sarà necessario essere specificare le esatte motivazioni per cui si effettua la domanda. Nel caso in cui la richiesta non viene accolta, il dipendente ha il diritto di ricevere una lettera firmata dal datore di lavoro, all’interno della lettera dovranno essere spiegati i motivi per i quali non viene concesso il permesso. Per quanto rigurda invece la cifra che viene retribuita al richiedente, se la domanda è stata accettata può eventualmente essere rimborsata all’azienda che la concede dall’ente di competenza.
lavoro,giorni


Tutti i permessi retribuiti devono essere consumati nel corso dell’anno solare e quelli non utilizzati devono essere annualmente saldati e liquidati in busta paga.

Laura tra i quattro zampe

I beagle di Green Hill in affido: intervista all’attivista Laura Sangiorgio (foto e video esclusivi)

usa pompieri morti

Incendio negli Usa, uno dei 19 pompieri inviò un messaggio alla moglie prima della morte: “Oggi pranzo qui”