in

Person of Interest, la serie tv anticipò il Datagate due anni prima

La terza stagione inedita di “Person of Interest” è sempre più vicina, in prima serata su Premium Crime dal 15 febbraio, ma soprattutto quanto mai attuale… La serie tv ideata da Jonathan Nolan rappresenterebbe infatti lo scandalo del momento, il Datagate, anticipato dal film addirittura due anni fa. Nel 2011 debutta infatti questo serial, che racconta di una società prossima ventura che per prevenire i crimini allestisce una “macchina” composta da spie e sistemi di sorveglianza tecnologica ed informatica.

edward-snowden

Difficile credere che si tratti di un puro caso, “Person of Interest” è la copia fedele di ciò che attualmente sta destando clamore nel mondo. Nel maggio 2013 l’ex tecnico della CIA Edward Snowden ha cominciato a rivelare pubblicamente diversi programmi di sorveglianza di massa del governo statunitense e britannico, fino ad allora tenuti segreti. Che la Macchina descritta da Finch in “Person of Interest” esisti dunque nella realtà?

Non a caso, secondo alcuni, la figura di Edward Snowden richiamerebbe proprio quella di Harold Finch, interpretato da Michael Emerson, in “Person of Interest”. Coincidenze a parte, monta sempre più l’ansia dinanzi all’idea di una società in cui tutto e tutti sono controllati dall’alto. Come? La terza stagione di “Person of Interest” potrebbe aiutarci a comprendere meccanismi e progetti più grandi di noi…

Seguici sul nostro canale Telegram

Tommaso Scala e Teresa Cilia

Uomini e Donne, possibile ritorno di Teresa Cilia tra le corteggiatrici di Tommaso Scala

Anticipazioni Beautiful giovedì 31 ottobre: Steffy ferma il matrimonio a sorpresa tra Hope e Liam