in ,

Perugia: poliziotto e moglie trovati morti, ipotesi omicidio-suicidio

Ad Uppiano di Città di Castello, località in provincia di Perugia, sono stati trovati senza vita nel garage della loro abitazione i corpi di un agente di polizia e di sua moglie. A dare l’allarme è stato un socio in affari della donna che, non vedendola recarsi a lavoro l’ha raggiunta a casa per capire cosa le era successo. La polizia, arrivata celermente sul posto, ipotizza un possibile omicidio-suicidio: l’uomo avrebbe sparato alla moglie rivolgendo più tardi l’arma contro se stesso.

Per l’omicidio-suicidio è stato usato un fucile a pompa di grosso calibro che il 41enne agente di polizia deteneva regolarmente. Sarebbe dunque questa l’arma del delitto con cui l’uomo ha ucciso la moglie 40enne che gestiva una comunità di recupero per minori, puntandola poco dopo su se stesso e facendo fuoco. Gli inquirenti stanno interrogando vicini di casa e familiari. La coppia, originaria del posto, non aveva figli.

Veronica Panarello chiede che si indaghi tra i familiari del marito Davide Stival

Andrea Loris Stival, Quarto Grado ultime novità: agghiaccianti particolari dall’autopsia del corpicino

Omicidio Loris, autopsia conferma asfissia e fascette: “Ucciso tra le 8.30 e le 10”